Dragon Ball Super: il Super Saiyan sta diventando un potere obsoleto?

Dragon Ball Super: il Super Saiyan sta diventando un potere obsoleto?
di

Sullo sfondo di un Pianeta ormai prossimo al collasso, la storia di Dragon Ball si preparava al suo più grande colpo di scena. La rabbia di Goku, adirato per non essere riuscito a salvare il proprio migliore amico dalle grinfie di Freezer, uno spietato assassino, fu la goccia che permise al protagonista di raggiungere l'agognato Super Saiyan.

Per un'intera generazione, l'immagine di quei capelli che diventano biondi improvvisamente è stato un simbolo di uno dei power-up più apprezzati nell'intero immaginario shonen mondiale, un potere destinato a cambiare notevolmente le meccaniche della storia. Eppure, fu proprio questo stravolgimento narrativo a dettare le basi per una serie di problematiche che da quel momento in avanti avrebbero costretto Akira Toriyama a costruire la genesi dei combattimenti proprio sulle potenzialità del leggendario Super Saiyan.

Quei problemi, che riuscirono a resistere durante l'intero corso di Dragon Ball Z, emersero con vigore proprio su DB Super, quando Toyotaro e il sensei furono costretti a ideare un nuovo sistema per evitare il quarto livello, un power-up non appartenente all'immaginario canonico. Nacque così l'esigenza di formulare il Super Saiyan God, un potere inerente alla sfera del divino. Nonostante lo stesso Toyotaro abbia provato a chiarire le differenze della mitica trasformazione, è innegabile che l'opera stia entrando in un circolo vizioso estremamente rischioso.

Già con il SSJ God e lo scioglilingua altresì conosciuto come Super Saiyan God Super Saiyan (o Blue, per intenderci), sono sembrate sin da subito evidenti le difficoltà di immaginare ulteriori potenziamenti senza ricadere nella sfera dell'assurdo. Dopo l'aggiunta del kaioken, che ha strizzato l'occhio al paradossale, l'ultima trovata è stata l'Ultra Istinto. Questa tecnica, in particolare, sembra essere la via definitiva di un guerriero, un potere che va oltre la mitologia, in quanto gli stessi dei della distruzione (che vi ricordiamo appunto essere divinità) non sono ancora in grado di poterla utilizzare liberamente. Basti pensare, infatti, che lo stesso Beerus è considerato uno dei guerrieri più abili e potenti in tutti gli universi conosciuti.

Il ruolo del Super Saiyan, un potere che all'epoca di Dragon Ball Z sembrava il power-up più affascinante del panorama shonen, si è ormai relegato ad accompagnatore di mitiche trasformazioni, solo un pretesto per dare nuove e riciclate opportunità di miglioramento ai protagonisti. Sarebbe surreale -e forse anche un po' scontato- che Toyotaro prenda nuovamente in prestito dalla razza saiyan il suo leggendario potere per permettere a Goku di oltrepassare la sfera del divino e dell'Ultra Istinto, magari unendo quest'ultimo al potere del Super Saiyan, come ha già provato a fare in questi ultimi anni.

Ad ogni modo, queste non sono altro che speculazioni atte a evidenziare quello che appare come il declino della trasformazione più iconica di Dragon Ball. E chissà, dunque, che sia arrivato il momento di fare un passo indietro e rivalutare il potere del Super Saiyan 4 e derivati, o è già troppo tardi?

E voi, invece, cosa ne pensate di questa situazione che sta attraversando Dragon Ball Super? Lo spazio dedicato ai commenti è a vostra completa disposizione.

Quanto è interessante?
7