Dragon Ball Super: Toyotaro spiega come è riuscito a diventare un mangaka

Dragon Ball Super: Toyotaro spiega come è riuscito a diventare un mangaka
di

Nonostante la Toei Animation abbia smesso di produrre l'anime di Dragon Ball Super, la serializzazione del manga continua grazie alle matite di Toyotaro, il quale ha rilasciato delle dichiarazioni in cui spiega come sia riuscito a raccogliere l'eredità di Toriyama.

In una recente intervista il mangaka ha condiviso diversi aneddoti che l'hanno portato ad avvicinarsi a Dragon Ball, specialmente quello che racconta la prima volta in cui disegnò Goku. Di seguito potete leggere la traduzione delle sue parole:

"Nel 2011, fui ispirato da un gioco, "Dragon Ball Heroes", e così disegnai un'intera storia. Successivamente portai questo piccolo manga alla Shueisha, l'editore più importante del Giappone. Era la sola che pubblicava i capitoli di Dragon Ball. Agli editori la mia storia piacque così tanto che decisero di pubblicarla in V Jump, una rinomata rivista di manga. Lavorai con loro per circa 4 anni, e più tardi nel 2015 Shueisha mi propose di disegnare Dragon Ball Super. Ne fui davvero onorato".

Come avete potuto leggere Dragon Ball Heroes è la ragione per cui ora Toyotaro è al timone del manga di Super. La saga corrente dei Pattugliatori Galattici sta soddisfacendo i lettori dell'opera, grazie ad un intreccio narrativo più fresco delle saghe precedenti e all'introduzione di un villain davvero coriaceo che ha messo in grande difficoltà Goku e Vegeta.

Rimanendo in tema Dragon Ball Super, Giochi Preziosi ha presentato la nuova linea di prodotti scolastici, e finalmente abbiamo le date italiane per la conclusione del Torneo del Potere nell'anime.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4