Dragon Ball Z: come il personaggio di Vegeta ha influenzato gli shonen moderni

Dragon Ball Z: come il personaggio di Vegeta ha influenzato gli shonen moderni
di

La prima saga di Dragon Ball Z ha introdotto uno dei personaggi più importanti dell'intero universo creato da Akira Toriyama, e le scelte narrative fatte dal maestro riguardo il Principe dei Saiyan, hanno influenzato molti dei mangaka più giovani, spingendoli ad inserire una figura contrapposta ma legata a quella del protagonista della serie.

L'arrivo di Vegeta nella storia di Goku non è stato certamente positivo, essendo uno dei Saiyan pronti ad invadere il pianeta Terra per combattere contro Kakaroth. Tuttavia, nel corso degli anni e delle serie successive Vegeta è profondamente cambiato, sposandosi con Bulma, divenendo un padre di famiglia molto più attento e presente di Goku, e allontanandosi dalla sua indole Saiyan, diventando un personaggio complesso, e con molte sfaccettature, per quanto queste non vengano approfondite nella serie.

È stato proprio questo a creare una specie di archetipo che è stato poi ripreso da numerosi, e famosi, autori. Primo fra tutti è Masashi Kishimoto, che in Naruto ha fatto ricoprire tale ruolo al taciturno e vendicativo Sasuke, mostrando sin da subito la loro amicizia e rivalità. Sasuke però a differenza di Vegeta si confermerà un nemico solo con l'avanzamento della narrazione, e questo suo cambiamento ricoprirà numerosi capitoli/episodi, prima di riportarlo vicino al protagonista.

Un secondo esempio si può trovare nel personaggio di Hiei, nella serie Yu Yu Hakusho di Yoshihiro Togashi. Presentato come un demone criminale, con abilità mai viste prima dal protagonista Yusuke, Hiei cambierà progressivamente il suo modo di vivere, allontanandosi dalla vita criminale e prendendosi cura dei suoi amici più stretti, e di Yukina, sua sorella gemella. L'iniziale rivalità che contraddistingue il suo rapporto con Yusuke si modificherà in amicizia, grazie anche ad una reciproca fiducia.

Passiamo poi a parlare di Bakugo, personaggio della recente My Hero Academia, firmata da Kohei Horikoshi. Per quanto Bakugo abbia cominciato a dimostrare una certa maturazione solo nei capitoli più recenti della serie, questo personaggio viene spesso frainteso, pensando che si tratti solo di una macchina da guerra pronta a disintegrare qualsiasi cosa grazie al suo Quirk esplosivo. In realtà Bakugo è profondamente motivato ad affermarsi nel mondo degli Heroes, e questo grazie anche al legame con Midoriya, che lo ha inevitabilmente aiutato a diventare una persona migliore, e ha spinto lo stesso Deku ad essere più deciso.

Infine troviamo il personaggio di Killua, proveniente dall'universo di Hunter x Hunter, altra opera di Yoshihiro Togashi. Appartenente alla famiglia degli Zoldyck, celebri mercenari, Killua non ha sicuramente vissuto un'infanzia normale, dovendo fare addestramenti specifici che lo hanno reso un killer formidabile, capace di uccidere i suoi avversari a sangue freddo e con tecniche molto particolari. La voglia di allontanarsi dallo stile di vita impostogli dalla famiglia lo porterà a conoscere Gon Freecss, con il quale stabilirà una profonda amicizia, mantenendo comunque una certa rivalità che aiuterà entrambi a perfezionarsi come Hunter.

Ricordiamo che una recente fanart ha portato Goku e Gohan nell'era feudale giapponese, e vi lasciamo alle anticipazioni sul capitolo 66 di Dragon Ball Super.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
5