Cos'è il Jougan? Ecco tutto quello che sappiamo sulla nuova tecnica oculare di Boruto

Cos'è il Jougan? Ecco tutto quello che sappiamo sulla nuova tecnica oculare di Boruto
di

Il sensei Masashi Kishimoto e i suoi due collaboratori, Ukyo Kodachi e Mikio Ikemoto, hanno prestato al protagonista di Boruto: Naruto Next Generations una tecnica oculare leggermente diversa da tutte quelle mostrate finora, il Jougan. Tuttavia, in merito alle potenzialità di questa abilità sappiamo ancora estremamente poco.

Il capitolo 52 di Boruto ha chiuso l'episodio con interessante cliffhanger, ovvero il risveglio del Jougan sull'occhio destro del protagonista. Con Naruto prossimo alla sconfitta e l'apparante scacco di Isshiki Ohtsutsku la situazione per il fronte del Villaggio della Foglia sembra volgere al peggio. Sembra dunque che toccherà al piccolo figlio dell'Hokage risolvere la faccenda, seppur dietro il suo enigmatico sguardo pare nascondersi un'altra persona. Ma che cos'è esattamente il Jougan?

Visivamente parlando, l'arte oculare ha notevoli somiglianze con il Byakugan e il Tenseigan, di cui il secondo è la diretta evoluzione del primo. Grazie a questa abilità il suo possessore può vedere chiaramente ciò che gli altri invece non possono, come gli spiriti dei morti o alcune tecniche particolari, e in più interagire con essi. Sul campo pratico Boruto è in grado sia di sfruttare in modo avanzato il flusso del chakra, tipico del Byakugan, nonché di creare una sorta di varco spazio-temporale attraverso un meccanismo simile al "Kamui". Un animatore dell'anime ha descritto la tecnica come una combinazione delle capacità di Naruto, del Clan Hyuga e con il Clan Ohtsutsuki.

Attualmente, il giovane Boruto non è in grado di utilizzare il Jougan a proprio piacimento al contrario di quanto ci mostra il capitolo 1 in cui lo stesso ragazzo, da adulto, lo attiva a proprio comando contro Kawaki.

Quanto è interessante?
3