Cos'è il realtà il Karma di Boruto e Kawaki? Rivelazioni nel capitolo 44 del manga

Cos'è il realtà il Karma di Boruto e Kawaki? Rivelazioni nel capitolo 44 del manga
di

Se dopo davvero tanto tempo l'anime di Boruto: Naruto Next Generations finalmente ha cominciato a seguire le orme tracciate dal manga, allo stesso modo possiamo dire che l'opera cartacea è nel pieno del suo sviluppo, con i capitoli che si susseguono inesorabilmente gettando legna sul fuoco e sviluppando intrecci degni di nota.

Basti soltanto vedere gli ultimi tre, quattro capitoli usciti e in particolar mondo gli ultimi due, il 43 e il 44. Nel primo abbiamo potuto assistere a qualcosa di sbalorditivo. Per la prima volta abbiamo visto una scena degna della saga genitore, Naruto, nella quale Boruto ha sfoggiato un potere mistico e dalla forza sbalorditiva grazie al Karma che Momoshiki gli ha lasciato in dono, anche se dono, molto probabilmente, non è proprio la parola giusta. L'ultimo invece, uscito soltanto cinque giorni fa, ha chiarito molte cose e ha dato inizio a un'altra serie di eventi che non potranno far altro che rivelarsi avvincenti.

Ma torniamo su Boruto, il Karma e Momoshiki. Perché abbiamo detto che non può definirsi un dono quello che la divinità ha lasciato al ninja della foglia. Be', se hai letto il capitolo 43 e l'ultimo in particolare, allora già sai la risposta. Un presentimento molto forte lo avevamo avuto nel momento in cui Boruto, completamente trasformato, ha fatto fuori con facilità Boro, presentimento confermato a pieno. Ma di cosa stiamo parlando? Del fatto che in quel lasso di tempo, in cui il figlio del Settimo ha sprigionato una forza mostruosa, la sua coscienza era stata soppressa da quella di Momoshiki che si era impadronito del corpo. Ciò lo avevamo già dedotto dal modo in cui durante il combattimento con Boro aveva parlato. Dalle parole che aveva detto e soprattutto dalla confusione che ha manifestato Boruto una volta che il Karma gli si è disattivato.

Ebbene, nel capitolo 44 c'è stata una parte in cui Mitsuki e Sasuke hanno parlato e il primo ha rivelato tutta la preoccupazione per l'amico, mentre il secondo, acuto come sempre, ha ipotizzato come il Karma altro non sia che un catalizzatore in cui è rinchiusa la coscienza di chi lo applica (nel caso di Boruto, Momoshiki e nel caso di Kawaki, Jigen). Catalizzatore che sembrerebbe avere lo scopo di poter far risuscitare un membro del clan Otsutsuki. Perciò, se già lo avevi intuito, sembrerebbe proprio che Boruto non sia altro che un contenitore, proprio come Kawaki più volte è stato definito il contenitore di Jigen.

Per cui, alla luce di queste rivelazioni viene da chiedersi se nel flashforward iniziale, in cui si vedono Kawaki e Boruto adolescenti scontrarsi, in realtà non abbiamo assistito altro che a una guerra tra divinità. O meglio ancora se fosse uno scontro tra un ninja (Boruto o Kawaki) e uno dei due membri del clan Otsutsuki che ha preso il sopravvento sulla coscienza del proprio contenitore.

Sicuramente sono entrambe possibilità da non escludere e soprattutto sono possibilità che non fanno altro che aggiungere pepe alla storia e farci desiderare di arrivare alla conclusione il prima possibile. Ma, per ora, godiamoci senza fretta quanto accadrà nel capitolo 45 in uscita il 20 di aprile.

Cosa ne pensi di queste ultime rivelazioni? Ci avevi già pensato anche tu, oppure no?

Quanto è interessante?
3