EDENS ZERO: il mistero del primo arco narrativo continua ad infittirsi sempre più!

EDENS ZERO: il mistero del primo arco narrativo continua ad infittirsi sempre più!
di

Pubblicato sullo scorso numero della rivista nipponica Weekly Shonen Magazine, il sesto capitolo di EDENS ZERO è finalmente tra noi. Come previsto il sensei Hiro Mashima, anziché spiegare cosa stia succedendo nel manga, ha invece complicato ulteriormente la già ingarbugliata trama imbastita nelle ultime settimane...

Qualora abbiate letto il quinto capitolo di EDENS ZERO, sicuramente saprete che già i protagonisti Rebecca e Shiki sono finiti, in qualche modo, cinquant’anni nel passato. Mentre cercavano il geniale professor Weisz Steiner, i due ragazzi si sono invece imbattuti nella sua versione giovanile, che a quanto pare ha addirittura derubato un criminale locale...

Credendo che i due ragazzi siano in combutta con Steiner, il criminale chiamato Sibir ha infatti aggreito i nostri eroi a bordo di un gigantesco mecha, costringendoli a darsi alla fuga. Durante l’inseguimento, però, il premuroso protagonista del fumetto è passato al contrattacco per assicurarsi che la sua prima ed unica amica non riportasse delle ferite: come risultato, il robot è stato letteralmente distrutto e i due ragazzi si sono dileguati in un battito di ciglia, lasciando il losco Sibir a pregustare il loro successivo incontro.

Dopo aver trovato riparo nel locale che lo Steiner anziano utilizzava come rifugio, Shiki e Rebecca si sono ritrovati allo stesso tavolo dello Steiner giovane, cui hanno potuto spiegare una buona volta come stiano realmente le cose. Indeciso sul credere o meno all’inspiegabile viaggio nel tempo compiuto dai due sconosciuti, questo ha dunque confermato di aver derubato per davvero il losco Sibir, ma si è al contempo rifiutato di svelare in cosa consista la refurtiva.

A ragion veduta Shiki, che ha dimostrato di non saper contenere la propria curiosità, ha utilizzato i suoi incredibili poteri gravitazionali per sottrarre a Steiner la sua valigia e rifugiarsi sul soffitto, dal quale è però caduto inspiegabilmente dopo aver perso per qualche secondo la facoltà di controllare la gravità. Di conseguenza, la preziosa valigetta di Steiner si aperta di colpo, rivelando il suo inaspettato contenuto: una bambola meccanica apparentemente senziente.

Tra flashback, viaggi nel tempo e nello spazio, non trovate anche voi che questo primo arco narrativo di EDENS ZERO stia diventando sempre più ingarbugliato e intrigante?

Quanto è interessante?
3

Abbiamo provato il nuovo gioco Western di Rockstar RED DEAD REDEMPTION 2. Scopri le novità nella nostra Anteprima.