I fan si lamentano di Black Clover, ma l'autore non sembra essere in buone condizioni

I fan si lamentano di Black Clover, ma l'autore non sembra essere in buone condizioni
di

Portare avanti un manga settimanale è dura e sono note le tante lamentele di alcuni mangaka sui ritmi incessanti da tenere. Specie quando una serie diventa popolare e quindi l'autore entra anche nei meccanismi di anime, novel, videogiochi, diventa davvero dura rimanere in ottime condizioni di salute. Questo è lo stato dell'autore di Black Clover.

Da diversi anni, più o meno dall'inizio dell'anime, il mangaka di Black Clover ha iniziato a non scrivere più 19 pagine alla settimana. Il conteggio scese prima a 17 e, diverse volte, è capitato di avere capitoli settimanali composti anche da sole 15, 13 o 11 pagine. Non è il solo autore ad avere questi problemi (basti pensare a Eiichiro Oda di ONE PIECE e Kohei Horikoshi di My Hero Academia), ma talvolta i fan si lamentano di non vedere più contenuti del loro manga preferito.

La situazione e il carico di lavoro per gli autori però è davvero pesante e il nuovo commento di Yuki Tabata su Weekly Shonen Jump lo dimostra. Nella sezione del TOC, l'autore di Black Clover scrive quanto segue: "Ultimamente sto svenendo spesso alla scrivania, vorrei sapere la causa. Problemi di pressione? Vorrei anche sapere quando svenire."

Tabata non è quindi in ottime condizioni di salute e la serie potrebbe stargli togliendo più energie del previsto. In ogni caso, la storia di Black Clover va avanti mettendo in risalto le capacità di Asta.

Quanto è interessante?
1