Four Knights of Apocalypse, Ottime le vendite in Giappone dei primi 4 volumi del manga

Four Knights of Apocalypse, Ottime le vendite in Giappone dei primi 4 volumi del manga
di

Dopo The Seven Deadly Sins, il mangaka Nakaba Suzuki ha iniziato alla grande il 2021 con il sequel dell'opera, ovvero Four Knights of Apocalypse. Dopo quasi 40 capitoli pubblicati su rivista, è stato annunciato anche un anime di Four Knights of Apocalypse, indice di un buon successo del manga.

Ambientato diversi anni dopo le vicende di The Seven Deadly Sins, Four Knights of Apocalypse narra la storia di Percival, un giovane destinato a diventare uno dei quattro cavalieri che daranno inizio all'apocalisse. Alla fine del suo anno d'esordio, Four Knights of Apocalypse avrà saputo ritagliarsi la sua fetta di pubblico?

Secondo un grafico pubblicato su Twitter da @Josu_ke, l'opera ha registrato delle vendite in calo dal primo volume fino all'ultimo uscito, ovvero il quarto. Il primo tankobon della serie ha venduto infatti quasi 120.000 copie totali, con risultati eccellenti nelle prime due settimane. Il secondo volume ha registrato vendite per più di 100.000 copie totali, mentre il terzo e il quarto hanno venduto rispettivamente poco più di 90.000 e 80.000 copie.

A cosa può essere dovuto il calo? Ricordiamo che Four Knights of Apocalypse è il sequel diretto di un'opera molto apprezzata, e quindi la curiosità ha stimolato i lettori a dare una chance al nuovo manga di Suzuki. Un calo delle vendite è ritenuto normale per il mercato di questo tipo di manga, ma arrivare al quarto volume con 80.000 unità date al pubblico è sicuramente sintomo di un'opera che ha colpito e appassionato i lettori.

Gli ultimi capitoli di Four Knights of Apocalypse sono stati pieni di sorprese, con dei colpi di scena da parte di Nakaba Suzuki che hanno letteralmente incollato i fan alle pagine del manga. Chissà che, con i prossimi volumi in formato tankobon, le copie vendute non possano aumentare.

Quanto è interessante?
2