Fullmetal Alchemist: Lust è la lussuria incarnata nel cosplay di Giada Robin

Fullmetal Alchemist: Lust è la lussuria incarnata nel cosplay di Giada Robin
di

Il nemico principale di Fullmetal Alchemist è "il Padre", quella creatura conosciuta anche come l'Homunculus che una volta ottenuto il proprio corpo decise di avvicinarsi sempre di più all'essenza della divino. Iniziò quindi a liberarsi di quelli che considerava difetti umani e da qui nacquero i Sette Peccati Capitali.

Questi sette homunculus sono stati avversari ostici per i protagonisti di Fullmetal Alchemist e hanno scandito molte fasi del manga e dell'anime dall'inizio alla fine. Tra questi c'è Lust, una donna incarnazione della lussuria. Si presenta con una figura femminile prosperosa, lungi capelli neri e un vestito nero molto aderente e che lascia ben in vista il seno. La sua capacità, oltre a quella innata di rigenerarsi grazie alla Pietra Filosofale che ha in corpo, è quella di allungare le dita e tramutarle in artigli affilatissimi.

Lust ha preso vita grazie al cosplay di Giada Robin, come potete vedere nel set di foto in basso. La prima coppia di foto è dedicata proprio al cosplay di Lust, ripresa col suo classico abito nero e rosso e con guanti che riproducono i lunghi e affilati artigli. Al centro del petto risalta il tatuaggio rosso dell'ouroboros, tipico di queste creature create dal Padre.

Anche altre cosplayer hanno portato negli scorsi mesi la loro versione della donna: c'è infatti la Lust di Ashlynne Dae e il cosplay realizzato da Arianaxgiselle.

Quanto è interessante?
1