Future State Superman: Worlds of War, l'Uomo d'Acciaio è sottoposto a una folle tortura

Future State Superman: Worlds of War, l'Uomo d'Acciaio è sottoposto a una folle tortura
di

Nella stravolgente linea temporale dell'evento Future State, il pianeta Terra sta affrontando la pesante assenza dell'Uomo d'Acciaio. In sua mancanza, gli ultimi eroi rimasti stanno lottando allo strenuo delle forze, ignari che in realtà Superman è tenuto prigioniero da un dio cosmico dell'universo DC Comics.

Nel secondo volume di Future State Superman: Worlds of War, scritto da Phillip Kennedy Johnson, i lettori scoprono che a tenere in catene il kryptoniano è Mongul. L'Uomo d'Acciaio è stato relegato su Warworld, costretto a combattere nella fossa dei gladiatori mentre è al contempo impegnato a difendere le vite dei suoi compagni prigionieri.

Nonostante sia visibilmente indebolito da una misterioso marchingegno di Mongul, Superman continua ad attenersi al suo codice etico, rifiutandosi di uccidere gli avversari e accontentare la folla. Ogni qualvolta Superman viene gravemente ferito durante i combattimenti, il folle antagonista utilizza le sue camere scientifiche per rianimarlo, costringendolo a un infinito circolo vizioso.

Mongul è convinto che così facendo Kal-El abbandonerà i suoi principi, trasformandolo in suo araldo pronto a radere al suolo la Terra. Sebbene l'Uomo d'Acciaio nutra ancora la speranza di fermare il tiranno e interrompere il tormento a cui è sottoposto, al momento Mongul sembra vicino alla vittoria. Scopriamo cosa è successo all'Uomo del Domani in Future State Superman. Il retaggio della nobile casata El al centro di una particolare storia di Superman.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
1