Giappone: lo stalker della doppiatrice Haruna Ikezawa rischia 18 mesi di carcere

di

La Corte Distrettuale Tachikawa di Tokyo ha ascoltato gli argomenti di chiusura nel procedimento contro Hiroshi Sasaki, il 28enne accusato del reato di stalking nei confronti della doppiatrice Haruna Ikezawa (Keroro, Futari wa Pretty Cure, Maria Watches Over Us).

L' accusa sostiene che il disoccupato della città di Morioka ha diffamato la Ikezawa nel guestbook del suo sito ed inviato messaggi e-mail chiedendo un incontro di persona. Sasaki è ufficialmente accusato di diffamazione e di aver violato la legge anti-stalking che vige in Giappone, il cui procedimento potrebbe far rischiare al colpevole ben 18 mesi di prigione. L' accusa ha affermato che i reati a lui attribuiti sono gravi e che l' incriminato abbia capito che i suoi post, visti in un forum da un numero imprecisato di persone, erano diffamatori. La difesa ha sostenuto l' innocenza di Sasaki, sostenendo che la testimonianza della presunta vittima non è credibile e che le azioni compiute da Sasaki non sono attribuili ad uno stalker, poiché con quest' ultima non vi era stata nessuna storia d' amore. L' accusa di Sasaki, depositata lo scorso 30 luglio 2009, sostiene di aver diffamato la Ikezawa con messaggi scritti sul guestbook del suo sito nel febbraio dello stesso anno. Dal mese di febbraio a quello di aprile, l' indagato avrebbe inviato 16 e-mail tramite cellulare dicendo: "Vieni da sola a Morioka, in fondo sono solo due ore di distanza con lo Shinkansen". La Ikezawa aveva annunciato, tramite il suo sito ufficiale nel febbraio dello scorso anno, che aveva fatto emettere un ordine restrittivo contro uno stalker senza nome.

Fonti: Yomiuri Shimbun e Anime News Network

Giappone: lo stalker della doppiatrice Haruna Ikezawa rischia 18 mesi di carcere