Giorgio Vanni porta Dragon Ball in Giappone: le sigle italiane conquistano il Sol Levante

di

Per chi è cresciuto guardando gli anime su Italia 1, Giorgio Vanni è un punto di riferimento assoluto. "What's my destiny Dragon Ball" e "Tutti all'arrembaggio" sono solo alcune delle migliori sigle cantate da Giorgio Vanni che, a quanto pare, hanno recentemente raggiunto anche le strade del Giappone!

Infatti, in un fantastico post su Instagram, che trovate in calce alla news, è apparso un video di Tommaso In Giappone, un organizzatore di viaggi in Sol Levante, che sta portando il mitico Giorgio Vanni in giro per il paese dei ciliegi in fiore.

Nel filmato, è possibile assistere ad un'improvvisata performance musicale da parte di Vanni che, con una chitarra fornitagli da Tatsuhiro Horaguchi, un musicista del posto, delizia le persone per le strade di Arashiyama, uno dei luoghi più suggestivi di Kyoto.

Il nostro amato cantante sfodera le sigle delle prime tre serie di Dragon Ball, lasciando fuori solo il recente Super e dimostrando di saperci ancora fare, riportando alla mente i fantastici scontri tra Goku e Vegeta che hanno caratterizzato Dragon Ball.

Oltre a Dragon Ball, nel video è possibile ascoltare, per i fan di Rufy e la sua ciurma, anche la sigla di One Piece, mentre i più giovani, possono godersi una breve incursione nella modernità con la canzone dedicata a My Hero Academia.

Fa sicuramente piacere assistere a momenti del genere, in cui la musica dimostra di non avere confini e di saper riunire sotto lo stesso "tetto" diversi popoli, mossi da un'enorme passione comune.

Piaciuto il video? Fateci sapere se anche voi avete provato nostalgia guardando questo filmato.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi