Gli amori di Superman su Planeta DeAgostini

di
INFORMAZIONI SCHEDA

Superman, per oltre 50 anni, non è stato solo un supereroe che nella vita normale si celava nei panni del timido e impacciato giornalista Clark Kent, e combatteva i suoi acerrimi nemici, ma come per tutti, anche il suo cuore ha battuto per le donne. Stiamo parlando di Lana Lang prima e Lois Lane dopo, la determinata e pimpante giornalista che ha sempre avuto più di un sospetto riguardo la vera identità del suo collega/amico Clark Kent.

La ragazza nella vita di Superman...

La storia che presentò il personaggio di Lana Lang, su Superboy #10 del settembre-ottobre 1950, s'intitolava The Girl in Superboy's Life. E quel titolo, dopo quasi 60 anni di avventure, risulta ancora oggi essere un'idea molto azzeccata da parte dello scrittore Bill Finger. Perché da quel momento quella ragazza dai capelli rossi non è mai più uscita dalla vita di Superboy. Né da quella di Superman. E sopratutto non da quella di Clark Kent.

Per molti anni, prima che Crisi sulle Terre Infinite riscrivesse la storia dell'Universo DC, la principale preoccupazione di Superman era che l'esuberante Lois Lane non scoprisse la sua identità segreta. E mentre la ragazza era pazzamente innamorata dell'Uomo d'Acciaio, il giornalista collezionava una lunga serie di figuracce nel tentativo di far sì che Lois si accorgesse di lui. Questo "triangolo" amoroso fu uno dei temi principali delle avventure pre-Crisi. Oltre a lottare contro Lex Luthor e la sua vasta galleria di nemici, l'Uomo d'Acciaio doveva far di tutto per impedire che Lois non facesse due più due riguardo la sua identità segreta. E ci riusciva sempre in mille modi ingegnosi: dagli androidi con le fattezze di Superman, alle spiegazioni più inverosimili, fino a scambiarsi i ruoli con Bruce Wayne, alias Batman. Solo così Superman è stato in grado di tenere alla larga Lois per quasi cinquant'anni. La tenace reporter che si trovava eternamente a un passo dal confermare i suoi sospetti, non ha mai potuto provare che il timido Clark Kent fosse in realtà il suo amato Superman.

Ma Lois Lane non era l'unica donna a voler svelare il segreto di Clark. Nel 1945, la serie More Fun Comics presentò sul #101 il personaggio di Superboy, un Kal-El adolescente che viveva le sue incredibili avventure a Smallville. Se il contesto di Superman era il Daily Planet, quello di Superboy era il Liceo di Smallville. Se Superman apparteneva alla Lega della Giustizia, Superboy era membro della Legione dei Super-Eroi, un gruppo di eroi adolescenti venuto dal futuro. Se Superman era sempre accompagnato da Jimmy Olsen, Superboy divideva le sue avventure con Pete Ross. Ma, soprattutto, Superman aveva come partner Lois Lane, ossessionata dal dimostrare al mondo che lui fosse in realtà Clark Kent... e quindi anche Superboy aveva una giovane innamorata che sospettava della sua identità: Lana Lang, sua amica, vicina e compagna di scuola fin dall'infanzia.

Con il passare degli anni, il personaggio di Lana divenne uno dei più importanti della mitologia dell'Uomo d'Acciaio. Lontana dal rimanere cristallizzata nelle avventure giovanili di Superboy, da adulta occupò il posto che meritava nella vita di Superman a Metropolis. Nell'ultimo periodo dell'era pre-Crisi, quello tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta, la ragazza divenne la presentatrice del notiziario della WGBS al fianco di Clark Kent. Ma, nel 1985, dopo la pubblicazione di Crisi sulle Terre Infinite, l'Universo DC venne riscritto da zero. L'addio a quel Superman classico e al suo meraviglioso mondo arrivò per mano di Alan Moore e Curt Swan con Cosa è successo all'Uomo del Domani? Quest'avventura immaginaria viene considerata da molti come la migliore storia di Superman mai scritta e metteva la parola fine all'età classica del personaggio (vedi Superman: Le storie di Alan Moore). Tra i molti amici dell'Uomo d'Acciaio anche Lana Lang trovò la fine in quella drammatica avventura.

Dopo la crisi ci fu un Universo DC molto più semplice, in cui John Byrne poté raccontare la nuova origine di Superman nella miniserie The Man of Steel (su Le Avventure di Superman n.1-2), introducendo importanti cambiamenti nella vita del personaggio. Uno dei più drastici fu l'eliminazione del periodo in cui Clark era stato Superboy, con l'Uomo d'Acciaio direttamente adulto a Metropolis. Solo con Crisi Infinita (2005) si è reintegrata nella continuity ufficiale l'adolescenza eroica di Kal-El. Bisognerà però aspettare l'imminente miniserie Secret Origin di Geoff Johns e Gary Frank per capire più chiaramente questi nuovi cambiamenti apportati all'origine dell'Uomo del Domani. Ma ora torniamo alla riscrittura dell'Uomo d'Acciaio da parte di John Byrne.

Ovviamente, la rossa più famosa di Smallville apparve nelle nuove origini di Superman, ma l'autore conferì al personaggio una maggiore carica emotiva. Non solo fu il primo amore di Clark al liceo, ma fu anche la prima persona a cui Kal-El avesse mai parlato dei suoi poteri. Nonostante la distanza, Lana non riuscì mai a dimenticarlo e anche quando accettò di sposarsi con Pete Ross, nel suo cuore continuò ad albergare un sentimento molto profondo nei confronti del suo primo amore. Se c'è qualcosa di tanto speciale nella relazione tra i due, è senz'altro l'eterna tensione romantica. In Superman: Cuori perduti tutto questo verrà alla luce e scopriremo cosa c'è realmente tra Clark e Lana. Tutto questo perché, Lois Lane permettendo, Lana Lang avrà sempre un posto speciale nel cuore di Clark Kent. E in quello di Lana nessuno ne occuperà mai uno simile a quello di Superman.

La storia che presentò il personaggio di Lana Lang, su Superboy #10 del settembre-ottobre 1950, s'intitolava The Girl in Superboy's Life. E quel titolo, dopo quasi 60 anni di avventure, risulta ancora oggi essere un'idea molto azzeccata da parte dello scrittore Bill Finger. Perché da quel momento quella ragazza dai capelli rossi non è mai più uscita dalla vita di Superboy. Né da quella di Superman. E sopratutto non da quella di Clark Kent.

Per molti anni, prima che Crisi sulle Terre Infinite riscrivesse la storia dell'Universo DC, la principale preoccupazione di Superman era che l'esuberante Lois Lane non scoprisse la sua identità segreta. E mentre la ragazza era pazzamente innamorata dell'Uomo d'Acciaio, il giornalista collezionava una lunga serie di figuracce nel tentativo di far sì che Lois si accorgesse di lui. Questo "triangolo" amoroso fu uno dei temi principali delle avventure pre-Crisi. Oltre a lottare contro Lex Luthor e la sua vasta galleria di nemici, l'Uomo d'Acciaio doveva far di tutto per impedire che Lois non facesse due più due riguardo la sua identità segreta. E ci riusciva sempre in mille modi ingegnosi: dagli androidi con le fattezze di Superman, alle spiegazioni più inverosimili, fino a scambiarsi i ruoli con Bruce Wayne, alias Batman. Solo così Superman è stato in grado di tenere alla larga Lois per quasi cinquant'anni. La tenace reporter che si trovava eternamente a un passo dal confermare i suoi sospetti, non ha mai potuto provare che il timido Clark Kent fosse in realtà il suo amato Superman.

Ma Lois Lane non era l'unica donna a voler svelare il segreto di Clark. Nel 1945, la serie More Fun Comics presentò sul #101 il personaggio di Superboy, un Kal-El adolescente che viveva le sue incredibili avventure a Smallville. Se il contesto di Superman era il Daily Planet, quello di Superboy era il Liceo di Smallville. Se Superman apparteneva alla Lega della Giustizia, Superboy era membro della Legione dei Super-Eroi, un gruppo di eroi adolescenti venuto dal futuro. Se Superman era sempre accompagnato da Jimmy Olsen, Superboy divideva le sue avventure con Pete Ross. Ma, soprattutto, Superman aveva come partner Lois Lane, ossessionata dal dimostrare al mondo che lui fosse in realtà Clark Kent... e quindi anche Superboy aveva una giovane innamorata che sospettava della sua identità: Lana Lang, sua amica, vicina e compagna di scuola fin dall'infanzia.

Con il passare degli anni, il personaggio di Lana divenne uno dei più importanti della mitologia dell'Uomo d'Acciaio. Lontana dal rimanere cristallizzata nelle avventure giovanili di Superboy, da adulta occupò il posto che meritava nella vita di Superman a Metropolis. Nell'ultimo periodo dell'era pre-Crisi, quello tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta, la ragazza divenne la presentatrice del notiziario della WGBS al fianco di Clark Kent. Ma, nel 1985, dopo la pubblicazione di Crisi sulle Terre Infinite, l'Universo DC venne riscritto da zero. L'addio a quel Superman classico e al suo meraviglioso mondo arrivò per mano di Alan Moore e Curt Swan con Cosa è successo all'Uomo del Domani? Quest'avventura immaginaria viene considerata da molti come la migliore storia di Superman mai scritta e metteva la parola fine all'età classica del personaggio (vedi Superman: Le storie di Alan Moore). Tra i molti amici dell'Uomo d'Acciaio anche Lana Lang trovò la fine in quella drammatica avventura.

Dopo la crisi ci fu un Universo DC molto più semplice, in cui John Byrne poté raccontare la nuova origine di Superman nella miniserie The Man of Steel (su Le Avventure di Superman n.1-2), introducendo importanti cambiamenti nella vita del personaggio. Uno dei più drastici fu l'eliminazione del periodo in cui Clark era stato Superboy, con l'Uomo d'Acciaio direttamente adulto a Metropolis. Solo con Crisi Infinita (2005) si è reintegrata nella continuity ufficiale l'adolescenza eroica di Kal-El. Bisognerà però aspettare l'imminente miniserie Secret Origin di Geoff Johns e Gary Frank per capire più chiaramente questi nuovi cambiamenti apportati all'origine dell'Uomo del Domani. Ma ora torniamo alla riscrittura dell'Uomo d'Acciaio da parte di John Byrne.

Ovviamente, la rossa più famosa di Smallville apparve nelle nuove origini di Superman, ma l'autore conferì al personaggio una maggiore carica emotiva. Non solo fu il primo amore di Clark al liceo, ma fu anche la prima persona a cui Kal-El avesse mai parlato dei suoi poteri. Nonostante la distanza, Lana non riuscì mai a dimenticarlo e anche quando accettò di sposarsi con Pete Ross, nel suo cuore continuò ad albergare un sentimento molto profondo nei confronti del suo primo amore. Se c'è qualcosa di tanto speciale nella relazione tra i due, è senz'altro l'eterna tensione romantica. In Superman: Cuori perduti tutto questo verrà alla luce e scopriremo cosa c'è realmente tra Clark e Lana. Tutto questo perché, Lois Lane permettendo, Lana Lang avrà sempre un posto speciale nel cuore di Clark Kent. E in quello di Lana nessuno ne occuperà mai uno simile a quello di Superman.

Gli amori di Superman su Planeta DeAgostini