GP Publishing presenta una nuova opera di Yumiko Igarashi, Ann è Ann

di
INFORMAZIONI SCHEDA

La casa editrice GP Publishing, costola editoriale del Gruppo Preziosi, azienda specializzata nella realizzazione, produzione e commercializzazione di giocattoli, spesso associati a famosi brand quali anime, cartoni e telefilm, presenta una nuova serie manga dalla famosa autrice di Candy Candy, Yumiko Igarashi. Il nuovo titolo è "Ann è Ann" è una miniserie di due volumi di genere shojo in uscita in Italia con il marchio GP Publishing.

IL TALENTO CRISTALLINO DI YUMIKO IGARASHI

Yumiko Igarashi, classe 1950, è senza dubbio una delle mangaka che hanno fatto la storia del genere shoujo. Le eroine dei suoi manga sono riuscite a entrare nell'immaginario collettivo di un'intera generazione (chi non ha mai sentito parlare di Candy o Georgie?) e il suo stile inconfondibile ha saputo raggiungere livelli di raffinatezza che in pochi hanno saputo eguagliare.
La sua straordinaria carriera è iniziata quasi per caso. Sin dall'infanzia mostra una grande passione per il disegno, tanto da iscriversi a un corso per corrispondenza. Nonostante tutto, non aspira a fare del suo hobby una professione. Decisivo sarà l'incontro, durante il primo anno di liceo, con Waki Yamato e Youko Tadatsu, mangaka già affermate e come lei originarie di Hokkaido. Grazie alla loro amicizia, ha la possibilità di recarsi a Tokyo e mostrare alcuni dei suoi disegni ad un editore, che si dimostra subito interessato alle doti artistiche della ragazzina. Trascorrono pochi anni e Yumiko Igarashi debutta con  "Shiroi Same No Iru Shima" ("L'isola dello squalo bianco"), a cui fanno seguito alcune storie brevi rivolte principalmente ad un pubblico molto giovane.
Nel 1975 la Igarashi firma, con la sceneggiatrice Kyouko Mizuki, l'opera che la renderà famosissima in madrepatria e nel mondo: "Candy Candy". Le emozionanti avventure della "signorina tutte lentiggini" hanno avuto un tale successo da diventare un vero e proprio punto di riferimento per molte altre autrici, che hanno in seguito proposto numerose varianti sul tema della povera orfanella dal cuore d'oro alla ricerca di amore e felicità. Nei primi anni Ottanta, Candy diventa anche protagonista dell'omonima serie animata, diventata in breve tempo un fenomeno di culto per un'intera generazione di bambine.
Qualche anno dopo, è la volta di "Georgie!", altra pietra miliare del genere shoujo. Anche in questo caso, la protagonista è una giovane orfana alle prese con amori travagliati e mille difficoltà. Tuttavia, la storia si arricchisce di elementi drammatici e temi decisamente più maturi rispetto al passato, tanto che la versione animata ha suscitato più di una perplessità in chi, fino ad allora, aveva etichettato i cartoni animati come prodotti esclusivamente per bambini. Yumiko Igarashi dà ulteriore prova della sua abilità artistica, realizzando illustrazioni eccezionalmente dettagliate e ricostruendo alla perfezione le atmosfere dei grandi spazi australiani e della raffinata Londra del XIX Secolo.
Contemporaneamente a "Georgie!", vengono pubblicate alcune commedie shoujo, tra cui spicca "Ann wa Ann" ("Ann è Ann"), brillante serie in due volumi che racconta le disavventure della piccola Ann, alle prese con una doppia vita e con il desiderio di vedere riuniti i suoi genitori.
Verso la metà degli anni Ottanta, Yumiko Igarashi decide di accantonare il classico shoujo adolescenziale che l'ha resa famosa per dedicarsi ad altri generi. Nascono quindi trasposizioni in fumetto di alcuni dei più grandi classici della letteratura mondiale, da "Romeo e Giulietta" ad "Anna Karenina", che sottolineano nuovamente la straordinaria capacità dell'autrice di illustrare ed adattare sceneggiature e romanzi.
Nel 1987 viene pubblicata "Paros no Ken" ("La spada di Paros"), opera shoujo che si distacca decisamente dalle precedenti. Il manga, sceneggiato dalla celebre scrittrice Kaoru Kurimoto, ha come protagonista l'appassionata principessa Erminia, donna che veste con abiti maschili, in lotta per rivendicare il suo diritto alla libertà accanto all'amata Fiona. L'insolita ambientazione fantasy e le tematiche affrontate, adatte ad un pubblico maturo, segnano un punto di svolta nella carriera dell'artista, che con "Paros" riesce forse a dare il meglio di sé.
Negli anni successivi, continua a realizzare principalmente opere per adulti, dai contenuti erotici e trasgressivi. La versatilità dell'autrice viene resa evidente dal  cambiamento del suo stile: abbandonati  gli occhioni sognanti di Candy e Georgie, il suo tratto diventa più essenziale e maturo, per adattarsi al tipo di storie e argomenti trattati. Yumiko Igarashi però non abbandona del tutto lo shoujo manga. Alla fine degli anni Novanta, ritorna ad attingere ai grandi classici realizzando, tra l'altro, l'adattamento di "Anne of Green Gables", meglio conosciuta in Italia come "Anna dai capelli rossi". Nonostante siano trascorsi anni dal successo di "Candy" e "Georgie", la Igarashi riesce ancora a stupire con l'eleganza e la cura dei dettagli che da sempre sono il suo marchio di fabbrica.

 

GP Publishing presenta una nuova opera di Yumiko Igarashi, Ann è Ann