Hayao Miyazaki rivela i suoi piani originali per il Museo dello Studio Ghibli

Hayao Miyazaki rivela i suoi piani originali per il Museo dello Studio Ghibli
di

Il 15 giugno 1985 nacque a Tokyo uno degli studi d'animazione che più influenzò le generazioni di appassionati di anime dagli anni '90 in poi. Lo Studio Ghibli ne ha percorso di strada da allora, sotto la direzione dei due fondatori Hayao Miyazaki e Isao Takahata e dello staff che si è poi avvicendato tra le fila nel corso degli ultimi anni.

Le magiche storie prodotte negli anni come La Città Incantata o Nausicaa della Valle del Vento, per cui Miyazaki ha addirittura rifiutato un live action hollywoodiano, sono state spesso raccolte in un luogo importante per la società: il Museo Ghibli. Voluto da Hayao Miyazaki in persona, aprì i battenti nel 2001 a Mitaka, nella zona ovest di Tokyo, e da allora intrattiene i fan del noto studio d'animazione con bozze inedite e appunti mai rivelati.

Il creatore Miyazaki aveva immaginato più volte il museo Ghibli, illustrandolo in diversi appunti. Questi sono diventati recentemente di dominio pubblico grazie al portale SoraNews24 che mostra alcuni disegni sui piani originali del museo dello Studio Ghibli. La stessa struttura ha programmato una nuova mostra che presenterà agli spettatori quali sono stati i processi che hanno permesso al Museo Ghibli di diventare quello che è oggi, a partire dagli albori con le prime idee che fioccarono nella testa di Miyazaki.

Intitolata Tegaki, Hirameki, Omoitsuki (Disegno, Ispirazione, Idee), la mostra sarà disponibile da novembre 2019 fino a maggio 2021.

FONTE: SoraNews24
Quanto è interessante?
2