Holly e Benji Captain Tsubasa: quella volta in cui l'autore fu sgridato dalla FIFA

Holly e Benji Captain Tsubasa: quella volta in cui l'autore fu sgridato dalla FIFA
di

L'opera storica Captain Tsubasa, conosciuta da noi con il nome di Holly e Benji in virtù dei primi doppiaggi del secolo scorso, è ancora in corso. Al momento il mangaka Yoichi Takahashi è impegnato con il sequel Captain Tsubasa: Rising Sun, uno dei tanti nell'universo dedicato al fortissimo centrocampista giapponese.

Sono tanti infatti i fumetti di Captain Tsubasa, ma ce ne fu uno in particolare che causò non pochi problemi a Yoichi Takahashi e alla sua casa editrice giapponese, la Shueisha. In occasione della pubblicazione di Captain Tsubasa: Road to 2002 che fu distribuito in Giappone su Weekly Young Jump tra il 2001 e il 2004, il mangaka pensò di usare nomi e maglie ufficiali dei club privati sparsi per il mondo, in particolare europei.

La FIFA se ne accorse solo a giochi fatti e impose al mangaka e alla Shueisha di non pubblicare mai il manga al di fuori del Giappone, altrimenti sarebbero stati costretti a pagare gli esosi costi delle licenze di stadi, magliette, club e nomi dei giocatori, concedendo però l'utilizzo di questi nomi in territorio nipponico. Lo stesso vale per i sequel Captain Tsubasa: Golden 23 e Captain Tsubasa: Rising Sun, i quali non sono mai stati pubblicati al di fuori dell'arcipelago dell'estremo oriente, fermando la storia internazionale di Tsubasa a World Youth.

Quanto è interessante?
4