Ikkitousen, in arrivo lo scontro finale nel manga di Yuji Shiozaki

di

La casa editrice J-POP ha pubblicato un focus on riguardante la storia del manga Ikkitousen dell'autore Yuji Shiozaki e pubblicato dalla stessa società in territorio italiano. Il lungo articolo fa il punto della situazione sulla storia narrata fino ad oggi e prepara i suoi lettori all'inevitabile scontro finale. L'opera cardine del maestro Yuji Shiozaki sta per tornare nelle nostre fumetterie! Avete perso qualche passaggio? Vi siete dimenticati di recuperare qualche numero? Niente paura, in occasione dell'albo celebrativo a colori di Ikkitousen abbiamo preparato per voi un breve riassunto degli avvenimenti principali che hanno caratterizzato la saga, aggiungendo qualche immagine dei nostri toushi preferiti, così... per rinfrescarvi la memoria! Buona lettura. Nell'antica Cina, tra il secondo e terzo secolo dopo Cristo, tre regni tentavano di unificare il paese sotto la propria egemonia, contendendosi il potere e la legittima sovranità. Quella immortalata nel Sangokushi, “il Romanzo dei Tre Regni”, fu così un'epoca contraddistinta da epiche battaglie e valorosi guerrieri. Le anime di questi ultimi sono sopravvissute fino ai giorni nostri all'interno di magici pendagli, le magatama, che sviluppano al massimo le capacità di chi le eredità, i toushi, vincolandoli però a condividere anche il tragico destino dell'antico combattente.

Sonsaku Hakufu, una liceale dal seno vertiginoso, tanto forte quanto goffa, è una di questi toushi e arriva a Tokyo spinta dalla madre per conquistare la leadership di tutti i combattenti. Iscrittasi all'istituto Nanyo, assieme al suo fidato cugino Shuyu Kokin dovrà però subito fare i conti con i quattro re guardiani della scuola (Ryomo Shimei, Gakushu, Saji Genpo e Kannei Koha): durante lo scontro con Ryomo, Hakufu perde il controllo e sprigiona un potere inaudito, scatenando un putiferio. Dentro di lei, infatti, alberga il drago del dominatore: Sonsaku ha ereditato la magatama di uno dei tre più grandi condottieri dell'antica Cina, Sun Ce. Attira così l'attenzione di tutti i più temibili toushi delle altre scuole rivali, che tentano di eliminarla per evitare che il suo risveglio minacci gli equilibri di potere all'interno del Kanto. La regione è infatti controllata da Totaku Chuei, sadico e crudele leader dell'istituto Rakuyo, che indice un torneo tra le varie scuole affinché i più forti guerrieri e i cospiratori si eliminino tra di loro e lui possa ottenere il dominio assoluto, al contrario di quanto accadde anticamente. Il piano di Totaku viene però fatto fallire dalla sua fidata Ryofu Hosen, ritenuta il toushi più forte della storia, che lo tradisce (come accadde milleottocento anni prima in Cina) e lo uccide. Con la sua morte, la lotta per il dominio tra le scuole riprende più forte che mai e tutti cercan o di mettere le mani sul Gyokuji, il sigillo imperiale simbolo del potere che permetterebbe a chi lo possiede di dominare il mondo delle arti marziali. Kaku Bunwa, la stratega braccio destro di Totaku, si sottomette assieme a tutto l'istituto Rakuyo a Sousou Motoku e all'istituto Kyosho, portandogli in dono lo stesso Gyokuji. Nel frattempo, la sfida dei vari toushi per cambiare il destino della propria magatama e non essere marionette di una storia già stabilita continua. Ryofu attacca il Kyosho, ma la sua vita viene stroncata da una malattia durante il combattimento, mentre Hakufu si reca a sfidare Ukitsu: durante la battaglia, il drago del dominatore si risveglia e la ragazza perde il controllo, così finisce per ferire anche Kokin con una delle spade malefiche Hyakuhekito. Una volta tornata in sé, per salvare il cugino dalla maledizione della spada, decide di trasferire il maleficio all'interno del proprio corpo: così facendo, però, la sua stessa vita viene notevolmente compromessa e inizia una corsa contro il tempo per cercare di ottenere il potere e vincere il conflitto prima che il ki della spada raggiunga il cuore di Sonsaku.
Lo scontro tra i tre regni, rappresentati dalle tre scuole del Nanyo, del Kyosho e del Seito, si avvicina quindi inesorabile: il Kyosho, guidato da Sousou (anch'egli possessore di un drago del dominatore), inizia la sua azione di rappresaglia verso tutte le altre scuole, piegandole facilmente una dopo l'altra; a resistergli restano solo il Nanyo e il Seito di Ryubi Gentoku, l'ultima dei tre dominatori in possesso del drago. L'unico modo per arrestare l'avanzata di Sousou sembra essere quella di ricreare la battaglia di Sekiheki, evento che segnò milleottocento anni fa la fine delle ambizioni di Sousou e il mantenimento dello status quo tra i tre antichi regni. Per fare questo, Shokatsuryo Komei, l'astuta consigliera di Ryubi, inizia a tessere le sue trame forzando gli eventi in modo che si ripresentino condizioni propizie al
ripresentarsi dello scontro decisivo: fa c osì uccidere Kakuka Hoko, il consigliere di Sousou e lascia che Kokin venga rapito dal Kyosho. Anche la rivale di Shokatsuryo però entra in azione: Shibai Chutatsu, che controlla il Kyosho alle spalle di Sousou, mira infatti a riunire il Gyokuji e tutte e cinque le spade Hyakuhekito per essere lei l'unica dominatrice. L'offensiva del Kyosho così continua e, tramite alcuni ricatti che riguardano la sicurezza di Ryubi, i seguaci di Sousou riescono a ottenere i servigi di Kanu Uncho (una delle toushi più forti del Seito e anche la più fedele a Ryubi), nonché quattro delle cinque spade. Hakufu, intanto, viene riconosciuta come leader del Nanyo e accetta l'alleanza propostale dal Seito per bloccare Sousou: prima di scendere in campo, però, dovrà imparare a dominare il proprio drago per competere alla pari con il suo sanguinario avversario. Mentre Hakufu si allena a equilibrare il ki dell'acqua che caratterizza il suo drago, il risveglio completo di Sousou si fa sempre più vicino, risvegliando vulcani e provocando terremoti in tutto il Giappone. Shokatsuryo, invece, invoca, come successe milleottocento anni prima, una tempesta da sud per inibire il potere del fuoco del nemico. I preparativi per la battaglia di Sekiheki sono finalmente completati e la battaglia può avere inizio! Con la città di Yokohama come teatro di uno scontro senza esclusione di colpi, Seito e Nanyo faranno fronte comune per bloccare gli obiettivi del Kyosho e salvare Kokin. Ma di fronte a Ryubi a gli altri si para Kanu, passata al nemico per salvare la propria amica. Choun Shiryu e Kanu, un tempo alleate, nonché le due toushi più forti del Seito, ingaggiano uno scontro fratricida per adempiere ai propri doveri. Intanto, anche Sousou e Hakufu si dirigono verso il luogo dello battaglia pronti ad affrontarsi.

Il destino delle magatama riuscirà a compiersi o la battaglia personale di ogni singolo toushi contro il proprio destino andrà a buon termine? Sonsaku e Ryubi riusciranno a respingere l'offensiva di Sousou a Sekiheki come milleottocento anni fa? Lo scontro finale ha inizio!

Ikkitousen, in arrivo lo scontro finale nel manga di Yuji Shiozaki