Il capitolo 20 di EDENS ZERO ha svelato le sorti delle B-Tuber rapite!

Il capitolo 20 di EDENS ZERO ha svelato le sorti delle B-Tuber rapite!
di

Pubblicato in Giappone nei giorni scorsi, lo sconvolgente capitolo 20 di EDENS ZERO ha finalmente trascinato i suoi protagonisti su un pianeta menzionato più volte nel corso dell'opera di Hiro Mashima. Riusciranno Shiki e gli altri compagni di viaggio a salvare le B-Tuber rapite nelle ultime settimane? Scopriamolo dopo il salto!

Intitolato “Il Pianeta Guilst”, il capitolo 20 di EDENS ZERO si è aperto all’interno della Torre Illega, un gigantesco edificio situato appunto su Guilst, dove Rebecca e le altre splendide B-Tuber rapite sono state imprigionate dai componenti della malvagia organizzazione Rogue Out. È qui che le 29 fanciulle hanno appreso l’identità del loro acquirente: un obeso rospo alieno ossessionato dalle belle ragazze.

Come rivelato dalla stessa creatura, questo ha commissionato il rapimento delle B-Tuber per trasformarle in mobili attraverso un misterioso gas; dopo aver sciolto i vestiti di una prigioniera, infatti, l’alieno ha trasformato in pietra una disperata fanciulla dai lineamenti delicati, promettendo la stessa sorte anche a Rebecca e le altre ragazze, le quali hanno osservato impontenti il rapido processo di trasformazione.

Disperate e ormai in preda al panico, le prigioniere non hanno neppure avuto il tempo per assimilare la terribile notizia, quando uno strano sapone in grado di sciogliere i loro vestiti ha letteralmente inondato la prigione in cui sono state rinchiuse, preparandole lentamente alla futura trasformazione in pietra...

Una volta messo piede su Guilst, intanto, la bella Homura, che già nello scorso capitolo ha deciso di seguire Shiki ed il resto dell’equipaggio della EDENS ZERO nella missione di recupero, ha percepito la presenza di forti guerrieri. In seguito, il manipolo di avventurieri si è fatto strada fra le città di Guilst, le quali sono state edificate sui rami di un gigantesco albero.

Utilizzando le informazioni dell’androide E.M. Pino, i nostri eroi sono dunque giunti nelle prossimità di una chiesa, che a quanto pare funge da base operativa per il gruppo criminale noto come Rogue Out. Al suo interno, infatti, una statua di proporzioni gigantesche si è letteralmente aperta in due, rivelando la vera identità del capo supremo di Rogue Out: la misteriosa Sister, che in passato è stata una servitrice del Re dei Demoni, nonché membro dell’equipaggio della stessa EDENS ZERO!

A ragion veduta, cosa dobbiamo aspettarci - secondo voi - dal prossimo capitolo dell’opera? È mai possibile che Sister, dopo aver riconosciuto l’erede del Re dei Demoni, decida di tornare al proprio posto sulla nave spaziale EDENS ZERO? E soprattutto, Shiki e gli altri raggiungeranno Rebecca prima che la fanciulla diventi una statua di pietra?

Quanto è interessante?
2

Le migliori offerte per i tuoi Regali di Natale 2018: videogiochi, console, hi-tech, smartphone, PC Gaming, TV 4K e tanto altri altri prodotti a prezzo scontato su Amazon, per un Natale da sogno a piccoli prezzi.