Il capitolo 920 di ONE PIECE ha svelato il travagliato passato di alcuni personaggi!

Il capitolo 920 di ONE PIECE ha svelato il travagliato passato di alcuni personaggi!
di

Dopo le cocenti rivelazioni avvenute durante il capitolo di ONE PIECE pubblicato la scorsa settimana, vi è molta curiosità verso il capitolo successivo dell’opera del sensei Eiichiro Oda, che a ragion veduta dovrà spiegare ai fan moltissime cose ancora poco chiare...

Intitolato “Amo Oden”, il capitolo 920 di ONE PIECE si è infatti aperto nelle Rovine del Castello Oden, dove Kinemon, Momo e Kiku hanno raccontato a Monkey D. Luffy e compagni la loro travagliata storia. A quanto pare, il Castello Oden si chiamava originalmente “Castello Kuri”, un nome che il luogo aveva ricevuto direttamente dagli abitanti di Kuri, che appunto amavano il defunto padre di Momo.

Sebbene Lord Oden fosse il figlio dello Shogun di Wano, Kozuki Sukiyaki, egli era davvero unico. Sfortunatamente ha vissuto in un’epoca in cui Wano era del tutto priva di ordine e di leggi: criminali e ronin saccheggiavano ogni villaggio della nazione e uccidevano chiunque incontrassero lungo il proprio cammino. Lord Oden, tuttavia, affrontò personalmente e sconfisse il peggiore dei criminali locali, Boy Ashura, per poi costruire un enorme castello e conquistare la simpatia dei cittadini… Ciononostante, questo grande eroe morì come un criminale.

La stessa sorte sarebbe potuta toccare anche a Kinemon e compagni se questi non fossero fuggiti in direzione del Castello Kuri, dove un giovane Momonosuke li attendeva in compagnia di sua sorella e sua madre. Secondo quanto raccontato da Kinemon, questa proveniva da un’epoca remota ed era addirittura in grado di viaggiare nel tempo...

È proprio sfruttando i suoi poteri “Toki Toki” (presumibilmente il frutto del Tempo), Kinemon e gli altri otto individui hanno raggiunto il presente in cui vivono Luffy e gli altri pirati di Cappello di Paglia, affinché potessero compiere coloro che hanno provocato la morte di Lord Oden e realizzare il più grande sogno del proprio signore: aprire le porte di Wano.

Giunti nel presente, Momo e gli altri si sono però ritrovati in una terra molto diversa da come la ricordavano: acqua velenosa, fabbriche dappertutto, villaggi distrutti, ecc. Allo scopo di reclutare degli alleati, Kinemon e compagni hanno dunque il mare, ma durante il viaggio furono avvistati dalle navi di Wano e attaccati per aver violato di legge. Di conseguenza, Raizo venne separato dal resto del gruppo, mentre gli altri approdarono inizialmente su Dressrosa, finendo poi su Punk Hazard.

Come risultato, gli alleati del Clan Kozuki non hanno ancora iniziato a cercare i nove viaggiatori del tempo, né si sono accorti che questi sono tornati a casa. Le forze su cui Momo può al momento contare sono infatti composte dai pirati di Cappello di Paglia, i pirati Heart, i guardiani di Nekomamushi, i moschettieri di Inuarashi e i samurai ribelli che Kinemon e gli altri hanno raccolto per tutta la nazione di Wano, per un totale di quasi 5000 uomini.

Con un simile quantitativo di uomini, il compito dell’alleanza sarà quello di invadere Onigashima: l’isola su cui vive Kaido. Per riuscire nell’impresa, i nostri eroi compiranno la loro mossa durante la notte del Festival di Fuoco, ossia fra due settimane da adesso. Riusciranno, secondo voi, ad abbattere addirittura un imperatore?!

Quanto è interessante?
5

Tutti i film di One Piece raccolti in un solo cofanetto, 15 dischi in BluRay o DVD di puro divertimento!