Il director di Fullmetal Alchemist sostiene che l'industria anime sia troppo satura!

di

Il panorama moderno dell'animazione giapponese è un mercato in continua espansione, con sempre più serie in via di produzione e di rilascio nel corso dell'anno. Qualcuno, come lo storico director dell'adattamento anime di Fullmetal Alchemist, sembra non gradire come si è delineato l'attuale panorama.

In particolare parliamo di Seiji Mizushima, director della prima serie anime di Fullmetal Alchemist del 2003 per Studio Bones e di Gundam 00. Il producer ha infatti scritto un corposo tweet nel quale sfoga la sua insofferenza per l'attuale panorama dell'animazione nipponica, a suo dire eccessivamente saturo e pieno di registi che lavorano a più progetti contemporaneamente.

Ciò, secondo Mizushima, è deleterio per l'industria e per i fan, i quali a suo parere non vivrebbero peggio di prima se dalla terra del Sol Levante giungesse la metà delle produzioni. Leggiamo il suo post:

"Penso che nessuno vivrebbe peggio se la quantità di anime che viene realizzata fosse dimezzata. Ci sono alcuni registi hanno addirittura gestito due show nella stessa stagione, il che è un lavoro incredibilmente difficile. C'è un'eccessiva abbondanza di contenuti, tale per cui non ci sono mai abbastanza persone in studio per portare a termine il lavoro. Qual è il punto nel fare così tanti anime? Sarebbe meglio dedicarsi a un singolo progetto e farlo bene".

Voi cosa ne pensate? Certamente l'enorme flusso di lavoro che l'industria anime propone porta, molto spesso, a un drastico calo qualitativo della produzione, com'è accaduto di recente a ONE PIECE: un fatto che ha spinto molti a pensare che l'adattamento della Toei Animation dovrebbe addirittura prendersi un periodo di pausa.

Quanto è interessante?
3

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!