Il manga de L'Attacco dei Giganti si è nuovamente tinto di sangue

Il manga de L'Attacco dei Giganti si è nuovamente tinto di sangue
di

Il manga de L’Attacco dei Giganti è sempre stato molto sanguinoso, ma ora che la storia ideata da Hajime Isayama è sempre più vicina alla propria conclusione, la coinvolgente opera a fumetti sta privando i lettori di personaggi sempre più importanti. Il più recente capitolo, infatti, potrebbe aver ucciso un altro protagonista...

Intitolato “L’unica salvezza”, il capitolo 114 de L’Attacco dei Giganti ha finalmente esplorato il passato di Zeke, che di recente è stato catturato e torturato dal capitano Levi. Ambientato principalmente nel passato, il fumetto ci ha dunque mostrato alcuni dei momenti più importanti della vita di Zeke, come ad esempio il giorno in cui voltò le spalle ai propri genitori, nonché gli allenamenti col suo mentore.

Nel presente, invece, l’uomo ha asserito di aver salvato con le proprie azioni le vite dei bambini che sarebbero nati in un mondo tanto crudele, rivelando di aver sempre voluto mettere fine alla propria specie. In seguito, il Titan Shifter ha volontariamente innescato la bomba che Levi aveva usato per impalarlo e bloccare i suoi movimento, provocandone l'immediata esplosione.

Con un balzo poderoso, Levi è riuscito a salvarsi, ma l’ultima vignetta del capitolo de 144 de L’Attacco dei Giganti suggerisce che il capitano potrebbe aver perso qualche arto o comunque riportato delle gravi ferite. Per quanto riguarda invece Zeke, l’esplosione dovrebbe aver messo fine alla sua vita, segnando di conseguenza anche la scomparsa del Titano Bestia.

Sfortunatamente dovremo dunque attendere l’uscita del capitolo 115 per capire se Zeke sia effettivamente morto o se i suoi poteri di Titan Shifter gli permetteranno di sopravvivere perfino ad un’esplosione tanto ravvicinata.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1