Il nuovo villain di Dragon Ball Super è un ex dio della distruzione?

Il nuovo villain di Dragon Ball Super è un ex dio della distruzione?
di

Il capitolo 43 di Dragon Ball Super ci ha dato una prima dimostrazione del misterioso potere di Moro, il nuovo villain dell'arco del Prigioniero della Pattuglia Galattica. Proprio i più recenti avvenimenti alimentano una suggestiva teoria sulla vera identità di questo nemico inedito persino per la serie anime.

Moro, infatti, potrebbe essere un ex dio della distruzione: per la precisione, l'Hakaishin che ha preceduto il nostro Beerus. Si spiegherebbe, in tal modo, la sua enorme potenza, la capacità di prosciugare la vita dai pianeti e l'aura di pericolosità che suscita nei confronti dei poliziotti galattici.

Senza contare, inoltre, che il grande quantitativo di Ki che emana il Prigioniero della Pattuglia Galattica riesce a sorprendere persino Goku, spaventandolo di fronte alla forza percepita grazie alla tecnica del teletrasporto. Un saiyan di livello divino che, finora, ha affrontato avversari come Beerus, Hit, Jiren e finanche Broly non dovrebbe avere una reazione del genere a meno di trovarsi di fronte a un potente demone o, per l'appunto, una divinità.

L'ulteriore indizio, poi, è il ruolo del Dai Kaioshin che i pattugliatori vogliono estrarre da Majin Bu. Perché proprio un Kaioshin per fermare Moro? La risposta potrebbe essere proprio il fatto che il nemico sia un ex dio della distruzione: in tal modo, combattendo contro il Dai Kaioshin, dovrà per forza trattenersi per non finire a sua volta ucciso, dal momento che sappiamo che i due dei condividono un legame vitale.

Cosa ne pensate? Di sicuro ne sapremo di più nei prossimi capitoli di Dragon Ball Super.

Quanto è interessante?
6