Il quarto capitolo di EDENS ZERO si è concluso con un messaggio a dir poco macabro!

Il quarto capitolo di EDENS ZERO si è concluso con un messaggio a dir poco macabro!
di

Come ogni martedì, stamani è approdato in rete un nuovo capitolo di EDENS ZERO, il manga che il geniale Hiro Mashima ha lanciato poco meno di un mese fa sulle pagine del settimanale nipponico Weekly Shonen Jump. Scopriamo cos’è accaduto nel più recente capitolo del fumetto!

Se ricordate, avevamo lasciato Shiki Granbell, Rebecca e Happy in viaggio verso il pianeta Nouma, il luogo in cui pare viva il professore che, anni prima, ha trasformato il gatto in un androide. Lo stesso Shiki ha infatti suggerito un’idea geniale alla ragazza: trovare la leggendaria Madre e realizzare un video su di lei, così che il proprio canale diventi famoso in un batter d’occhio.

Intitolato appunto “Nouma”, il nuovo capitolo di EDENS ZERO si è aperto sulla navicella di Rebecca, dove questa ha fatto da guida a Shiki, permettendogli addirittura di pilotare la nave, così da poter filmare il “primo volo di un totale principiante”. Come prevedibile, Shiki ha raggiunto Nouma, ma purtroppo si è letteralmente schiantato contro il pianeta, incastrando la navicella (che fortunatamente non ha riportato alcun danno) in un fitto strato roccioso.

La sua forza mostruosa, unità alla capacità di alleggerire gli oggetti e gli esseri viventi (entro certi limiti), ha però permesso al ragazzo di sollevare la nave e renderla di nuovo utilizzabile. Nel frattempo, l’allarme maltempo impostato da Rebecca ha allertato i ragazzi, segnalando l’inizio di una spaventosa pioggia di cristalli rocciosi. Secondo la spiegazione della videomaker, infatti, Nouma è ricco di etere roccioso, che nell’atmosfera si cristallizza e precipita sul pianeta, creando degli enormi pilastri. A ragion veduta, la gente del pianeta Nouma ha costruito una florida e avanzatissima città sotterranea in cui esseri umani e alieni convivono pacificamente.

Proprio qui è collocata l’officina del professor Wise Steiner, che i nostri eroi raggiungono poche vignette dopo, senza però trovarvi nessuno. Mentre Shiki giocherella con un paio di occhiali apparentemente a raggi X, Happy scopre che il professore non ha ancora letto le numerose e-mail inviate da Rebecca, di conseguenza è plausibile che ancora non sappia del loro arrivo. Alle spalle del trio, intanto, un ragazzo dai capelli biondi e che afferma di essere lo stesso Wise Steiner, punta contro di loro una pistola e pretende di sapere il motivo per cui si siano introdotti in casa sua.

Dal momento che Rebecca e Happy dovrebbero conoscere il volto del professore, non è affatto chiaro cosa sia accaduto nelle tavole del loro incontro; tuttavia, il mistero più grande di tutto il capitolo è rappresentato dalle ultime tre pagine, apparentemente ambientate circa 20.000 anni nel futuro. Una coppia di astronauti atterrati su un pianeta sconosciuto ritrova due cadaveri appartenenti ad un maschio e a una femmina che per un nefasto scherzo del destino porta al collo la stesso pendente di Rebecca.

È mai possibile che i cadaveri ritrovati appartengano proprio a Shiki e Rebecca? E soprattutto, cosa significa la dicitura “EDENS ZERO” incisa sul retro del pendente? Con un po' di fortuna, il prossimo capitolo del fumetto spiegherà almeno uno dei tanti misteri sollevati questa settimana da Mashima...

Quanto è interessante?
2

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!