Il Super Saiyan God apparso in sogno a Beerus in Dragon Ball Super è proprio Yamoshi?

di
Le incredibili rivelazioni sulle origini dei Super Saiyan hanno spiazzato tutti i fan di Dragon Ball: nel corso di un'intervista a Saikyo Jump Akira Toriyama ha svelato non soltanto che la leggendaria trasformazione è una questione anche (e soprattutto) di genetica, ma ha anche dichiarato l'identità del primo guerriero biondo nella storia Saiyan.

Come ormai molti sapranno, il primo Saiyan nella storia di Dragon Ball a trasformarsi nel leggendario guerriero dorato fu un guerriero dal cuore puro chiamato Yamoshi: come abbiamo avuto modo di leggere nelle dichiarazioni di Toriyama, Yamoshi scoprì anche il segreto del rituale per diventare un Super Saiyan God, motivo per cui i fan hanno pensato che fosse proprio lui il guerriero divino apparso in sogno a lord Beerus in Dragon Ball Super.

Ebbene, è proprio così: l'identità del Super Saiyan leggendario che Freezer tanto temeva e quella del Super Saiyan God che Beerus ha sognato nei suoi 39 anni di letargo corrispondono. È proprio Yamoshi l'uomo dietro ogni leggenda dei guerrieri Saiyan. In realtà, come affermano le parole di Toriyama, non fu propriamente Yamoshi a diventare un Super Saiyan God, ma il suo spirito vagò in giro per l'Universo in cerca di cinque Saiyan dal cuore puro per dar vita al SSJ God.

Toriyama ha specificato, infatti, che quello apparso in sogno al dio della distruzione all'inizio di Dragon Ball Super (o anche nel film Dragon Ball Z: La battaglia degli dei) è probabilmente lo spirito di Yamoshi, apparsogli in sogno per profetizzargli l'imminente avvento del fatidico Super Saiyan God - che si rivelerà, poi, essere il nostro Goku con l'ausilio dei suoi compagni: Vegeta, Gohan, Trunks, Goten e Videl, che porta in grembo Pan.

Ricordiamo che, nella giornata di oggi 5 dicembre, la Toei Animation farà un annuncio riguardante Dragon Ball Super: il reveal potrebbe interessare proprio un possibile spin-off o prequel dell'opera incentrato sul misterioso Yamoshi.