Jojo: Stone Ocean, parla la doppiatrice di Jolyne Kujo: il dietro le quinte sul ruolo

Jojo: Stone Ocean, parla la doppiatrice di Jolyne Kujo: il dietro le quinte sul ruolo
di

Jojo è una delle serie più famose del Giappone, ma con l'anime prodotto da David Production nel 2012 è cominciata una nuova giovinezza per la serie di Hirohiko Araki, che l'hanno portata a essere guardata sugli schermi di tutto il mondo. Ora il fenomeno non è più nipponico, con Le Bizzarre Avventure di Jojo conosciuto ovunque.

Non a caso, la sesta serie se l'è accaparrata Netflix. Il colosso dello streaming ha puntato forte sull'adattamento de Le Bizzarre Avventure di Jojo: Stone Ocean, dove vediamo Ai Fairouz dare la voce alla protagonista Jolyne Kujo. Ed è proprio la doppiatrice a rivelare alcuni dettagli su questo lavoro.

In un'intervista, Ai Fairouz inizia a parlare di sé. Come si nota subito dal cognome, la doppiatrice ha madre giapponese ma padre egiziano e per questo passò del tempo in Egitto da piccola, un luogo che per lei assunse molto più significato dopo aver letto la terza parte di Jojo, Stardust Crusaders. Il suo primo incontro con la serie avvenne alle superiori quando su internet incrociò gli ora ora ora e i muda muda muda. Fu subito colpita dalle illustrazioni, così andò in libreria e trovò i volumi da 1 a 5 di Stone Ocean, comprando il primo. Fu il suo primo volume di Jojo e in poco tempo comprò tutti e cinque quelli disponibili. Ai Fairouz fu subito affascinata dall'eroina così, mai vista prima d'ora, e decise di cominciare la serie dall'inizio, partendo da Phantom Blood.

Da tutto ciò scaturì la sua voglia di cimentarsi nel doppiaggio, entrando in una scuola per doppiatori. Dopo tanto lavoro e tempo, arrivò il momento del casting di Jolyne Kujo, ma all'audizione era incredibilmente nervosa, incespicava e si mangiava le parole. Riuscì comunque ad arrivare al provino finale, durante il quale venne scelta. Ottenne così la possibilità di interpretare il ruolo dei suoi sogni in Jojo: Stone Ocean, cosa che le ha fatto incrementare ancora di più la passione e l'amore per la serie.

Era già noto che Ai Fairouz fosse molto legata a Jojo e in particolare a Jolyne, con questa intervista che però fa capire come sia stato il personaggio di Araki a darle la spinta necessaria per entrare nell'industria degli anime.

FONTE: Grapee
Quanto è interessante?
2