Kaguya-sama: Love is War: il sensei svela quanto gli autori vengono pagati per l'anime

Kaguya-sama: Love is War: il sensei svela quanto gli autori vengono pagati per l'anime
di

Concedere la propria opera a una trasposizione televisiva deve indirettamente riportare dei benefit all'autore originale, questo è un dato di fatto. Ma quanto viene pagato effettivamente un mangaka dalla trasmissione dell'anime? A svelarlo è il papà di Kaguya-sama: Love is War che ha deciso di non nascondere i propri guadagni.

In attesa della stagione 3 di Kaguya-sama: Love is War, il sensei Aka Akasaka ne ha approfittato per svelare quanto ha guadagnato da ciascuna puntata andata in onda dell'anime. L'adattamento televisivo della sua opera, infatti, sta riscuotendo un notevole successo in patria al punto tale che l'editore Shueisha ha commissionato più stagioni e persino degli episodi OVA speciali. Prima di procedere con i dati condivisi dal sensei, vi ricordiamo che Kaguya-sama si trova attualmente a 2/3 della storia.

Tramite un cinguettio, poi tradotto come potete notare voi stessi dal commento allegato in calce alla notizia da Ranobe Sugoi, Aka Akasaka ha svelato di aver incassato per ciascun episodio circa 100 mila yen (807 euro al cambio attuale). La cifra, moltiplicata per il numero di episodi ad ora complessivo (24, in attesa della stagione 3) si attesta per un guadagno finora di poco meno di 20 mila euro. A ciò, probabilmente, vanno ad aggiungersi i costi di licenza per lo sfruttamento dei diritti d'autore.

Non è detto che il pagamento commissionato ad Akasaka sensei da parte di Shueisha valga per tutti i titoli proposti dall'editore, ma fornisce un'indizio in merito agli incassi che l'autore di un manga riscuote per lo sfruttamento della propria opera. E voi, invece, cosa ne pensate di queste cifre? Diteci la vostra opinione a riguardo, come di consueto, con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
3