Kakushigoto esordisce e il primo episodio fa già risaltare i segreti dietro il titolo

Kakushigoto esordisce e il primo episodio fa già risaltare i segreti dietro il titolo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La stagione primaverile ha visto la chiusura di anime importanti come My Hero Academia stagione 4 ma, inevitabilmente, lascerà anche il posto a nuove storie. Oltre all'atteso reboot di Digimon Adventure in arrivo su Crunchyroll, ha fatto da pochi giorni il suo debutto anche Kakushigoto.

Il manga di Koji Kumeta, Kakushigoto, è in pubblicazione su Monthly Shonen Magazine sin dal 4 dicembre 2015. Il mangaka è già famoso per Sayonara Zetsubo-sensei, il quale aveva anch'esso ricevuto un anime e alcuni episodi speciali, e torna a raccontare storie in formato animato.

Kakushigoto ha esordito sotto forma di anime lo scorso 2 aprile presentandoci una commedia ricca di caratteristiche oscene. E già dal primo episodio si può intuire la vera natura del titolo, basata su un genitore mangaka che disegna manga sporchi e che non può assolutamente far scoprire la verità alla giovane figlia Hime.

Come spiegato da Otakucalendarjp nel tweet in calce, il titolo "Kakushigoto" ha più significati. Oltre a ricalcare il nome del protagonista Kakushi Goto, si possono estrapolare i vari hiragana per formare più titoli:

  • Kaku significa "disegno", shigoto significa "lavoro", unendo le due si ottiene "lavoro di disegno" e quindi il riferimento a mangaka;
  • Kakushi significa invece "nascondersi", mentre goto è "cose", pertanto scegliendo questa combinazione si ottiene un titolo traducibile come "cose nascoste".

Il gioco di parole di Koji Kumeta quindi permette una doppia interpretazione e secondo alcuni non manca qualche dettaglio autobiografico, come dimostrato dalla seconda parte del tweet dove il personaggio di Kakushigoto non si fa scrupoli a disegnare nudo come ha fatto il mangaka reale. Voi avete già visto il primo episodio di Kakushigoto?

Quanto è interessante?
2