Ken il Guerriero: quando è nata la frase "Tu sei già morto"? La spiegazione di Tetsuo Hara

Ken il Guerriero: quando è nata la frase 'Tu sei già morto'? La spiegazione di Tetsuo Hara
di

Tu sei già morto. Omae wa mo shindeiru. You are already dead. Abbiamo sentito dire o abbiamo letto questa frase in tantissime declinazioni, ma la radice è una sola: Ken il Guerriero, il mitico manga nato negli anni '80 per mano di Tetsuo Hara e Buronson, che furono accompagnati dall'editor Horie.

Fu un vero e proprio tormentone e in realtà lo è ancora oggi dato che Omae wa mo Shindeiru ha ispirato una hit giapponese. Ma quando e come è nata questa storica frase di Ken il Guerriero? Il racconto della genesi di questa espressione è stata svelata tempo fa dall'editor Horie, che al Japan Expo 2013 tenutosi in Francia fu ospite insieme al disegnatore Tetsuo Hara.

Mentre il mangaka stava disegnando Don Quijote, l'editor arrivò a proporgli di creare un altro fumetto ma incentrato sulle arti marziali cinesi. Mangaka ed editor iniziarono quindi a discutere sulla creazione di un altro manga lasciando perdere quello motociclistico e gettarono così le basi per Ken il Guerriero. Fu in questo frangente che nacque la frase "Tu sei già morto", gli attacchi ai punti di pressione e altri elementi.

L'editor Horie però aveva anche il lavoro da redattore di Weekly Shonen Jump e non poteva occuparsi della storia, per questo affidarono tutti questi concetti a Buronson, divenuto poi lo sceneggiatore ufficiale. In questo modo Hara poté concentrarsi solo sui disegni mentre Horie sulla supervisione della storia. Ken il Guerriero durò poi per tanti anni, troppi secondo Tetsuo Hara.

Quanto è interessante?
2