Kyoto Animation, l'attentatore ammette: "Mi avevano rubato le idee"

Kyoto Animation, l'attentatore ammette: 'Mi avevano rubato le idee'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ieri mattina, un uomo giapponese sulla quarantina ha appiccato un incendio nella sede della Kyoto Animation, il pluripremiato studio di animazione famoso per capolavori come A Silent Voice - La forma della voce e Violet Evergarden. Oggi, dopo diverse ore di interrogatorio, l'uomo avrebbe confessato il movente dietro l'attentato.

Secondo quanto riportato dalle news giapponesi, l'uomo avrebbe preparato l'attentato mettendo da parte una grande quantità di benzina, utilizzata poi per dare fuoco all' intero edificio. Il movente dietro il gesto, secondo quanto riportato dai telegiornali locali, sarebbe stato un furto di idee, avvenuto ad opera di Kyoto Animation. L'uomo non avrebbe però rivelato nello specifico quali idee gli sarebbe state sottratte.

L'incendio, appiccato verso le ore 10:30 del mattino (ora locale) è costato la vita a 33 dipendenti e ne ha feriti altri 36, 10 di questi sono attualmente ricoverati in ospedale in gravi condizioni. Il colpevole, collassato in strada poco dopo la tentata fuga, è stato prontamente arrestato dalle forza di polizia giapponesi: la causa dello svenimento sarebbe stata un'ustione, causata da un errore durante l'appiccamento del fuoco.

Secondo il quotidiano di giapponese "Kyoto Shimbun", dopo essere stato catturato l'uomo avrebbe iniziato a urlare "Mi hanno rubato le idee" e "Hanno rubato il mio romanzo, per questo l'ho fatto!". Informazioni più specifiche dovrebbero essere rivelate nelle prossime ore.

Cosa ne pensate? Vi sembra possibile? Noi continueremo a tenervi informati su eventuali sviluppi. Casomai voleste aiutare attivamente Kyoto Animation inoltre, vi ricordiamo che è disponibile la petizione online creata dai fan.

Quanto è interessante?
5