L'autore dello spin-off di Black Clover ci parla della vita solitaria condotta dai mangaka

L'autore dello spin-off di Black Clover ci parla della vita solitaria condotta dai mangaka
di

Attraverso il proprio account su Twitter, Setta Kobayashi, autore dello spin-off parodistico di Black Clover intitolato Asta's Journey to Wizard King (o Asta-kun Mahōtei e no Michi se preferite), ha pubblicato un interessante post in cui riflette sullo stile di vita condotto dai mangaka.

Utilizzando il suddetto messaggio, Kobayashi ha spiegato di essere stato di recente ad un concerto e di aver realizzato quanto i mangaka, a differenza dei musicisti e altri artisti, tendono a trascorrere una vita intera di reclusione. Ve lo proponiamo di seguito.

Per alcune persone, il loro unico contatto umano durante il mese è proprio l’editore, quindi è davvero difficile che possano provare la sensazione di lavorare all’interno di una squadra. In genere vivono da sole in appartamenti minuscoli, mangiando e dormendo a malapena. Molti artisti non riescono a dormire a causa dell’ansia circa il futuro e piangono mentre lavorano. […] La maggior parte dei mangaka non riesce a comprendere quali siano i propri tratti positivi o cosa significhi per gli altri il loro operato.

Kobayashi ha dunque invitato i fan a esprimere i loro apprezzamenti verso i propri mangaka preferiti attraverso qualsiasi mezzo possibile. Queste sono state le sue parole: “Gli autori di manga saltano di gioia quando i fan inviano loro delle lettere o rispondono con elogi. Il metodo migliore per dimostrare il proprio sostegno è acquistare i fumetti, ma se non potete farlo, è sufficiente ritwittare un post di un autore e raccomandarlo agli amici. Così facendo, qualunque potrebbe acquistare una loro opera”.

E voi cosa ne pensate delle parole di Kobayashi? Vi sareste mai aspettati che la vita dei mangaka di “fascia media” - quindi niente mostri sacri come Eiichiro Oda, Akira Toriyama o Hiro Mashima - fosse tanto dura e solitaria?

Lo spin-off di Black Clover disegnato da Kobayashi è pubblicato sulla rivista Saikyō Jump di Shueisha dal mese di febbraio 2018 e attualmente risulta ancora inedito nel nostro paese. Per quanto riguarda invece Black Clover, il fumetto di Yūki Tabata è edito in Italia da Planet Manga (Panini Comics), che finora ce ne ha proposto i primi 14 volumetti.

FONTE: ANN
Quanto è interessante?
1

Scopri le ultime novità di Cartoni e Anime disponibili in BluRay e DVD in offerta su Amazon.it.