Quanto lavora un mangaka? Un autore di Shonen Jump mostra la sua routine massacrante

Quanto lavora un mangaka? Un autore di Shonen Jump mostra la sua routine massacrante
di

Weekly Shonen Jump è una rivista che chiede molto ai propri mangaka. La pubblicazione con cadenza settimanale non è uno scherzo e può portare a difficoltà fisiche sul lungo termine. Ci sono molti autori infatti che hanno riscontrato problemi di natura fisica a causa degli altissimi ritmi di produzione dei loro manga.

Anche se negli ultimi anni la situazione sta pian piano migliorando, con Weekly Shonen Jump che fornisce pause ai propri mangaka se ci sono avvisaglie di peggioramenti o comunque di una condizione psicofisica non perfetta, in ogni caso lo sforzo per disegnare 19 pagine a settimana è tanto.

Lo scorso anno è tornato su Jump Kenta Shinohara. L'autore ha già pubblicato Sket Dance tra il 2007 e il 2013 sulla stessa rivista e ha quindi un sacco di esperienza alle spalle. In aggiunta, qualche anno fa ha pubblicato anche Astra Lost in Space sulla rivista digitale Shonen Jump+. Ha quindi una routine consolidata che ha rivelato recentemente su Twitter. Alla domanda di un fan, mostra quanto tempo impiega per lavorare e quanto tempo al giorno dedica ad altre attività.

Nello schema che si intravede in basso, si nota come Kenta Shinohara dorma dalle due di notte fino a circa le sette e mezza di mattina, solo 5 ore e mezza. Dalle 9 alle 11 e mezza poi lavora, fa un'ora di pausa, lavora dalle 12:30 fino alle 18:30 e riprende a lavorare la sera dalle 21 fino alle 2. In totale quindi lavora circa 14 ore al giorno.

Una routine certamente massacrante e che va avanti per tutti e 7 giorni della settimana, senza pause.

Quanto è interessante?
3