Lite tra gli autori di Shamo

di

Sembra che per il manga Shamo - nato per combattere (sospeso in Italia al 19° volume) non ci sia pace.

Dopo le varie traversie editoriali, che avevano visto il manga di Akio Tanaka e Izo Hashimoto cambiare rivista, ora gli stessi autori sono entrati in lite per un presunto furto di idee. Maggiori dettagli nella news di Panini Comics, che ha pubblicato il manga fino a ottobre 2007, precisamente al 19° albo, punto in cui è arrivato nella sua "naturale" sospensione:

Con la news odierna ci sembra doveroso cercare di dare ai nostri lettori qualche notizia in più riguardo un titolo molto amato e atteso, SHAMO, che a malincuore abbiamo dovuto sospendere dopo la pubblicazione del tankobon n.19 nell'ottobre del 2007 per cause di forza maggiore non dipendenti dalla nostra volontà.
E' notizia recente che Akio Tanaka e Izo Hashimoto, rispettivamente disegnatore e sceneggiatore dell'opera, siano arrivati in tribunale.
Il maestroTanaka avrebbe infatti denunciato Izo chiedendogli un'indennità di 150 milioni di yen (circa 900 mila euro) per essersi preso il merito di aver dato vita a un'idea e a dei personaggi in realtà invece completamente di sua creazione.
Questo non è che l'ultimo capitolo di una vita editoriale che in patria è stata molto travagliata. Serializzato sino ai capitoli corrispondenti al volume 19 della serie sul magazine Manga Action di Futabasha, a partire dal ventesimo tankobon i diritti di edizione dell'opera sono passati alla casa editrice Kodansha e al suo magazine Evening. Un salto editoriale di questo tipo non poteva che avere ripercussioni anche nei tempi della nostra edizione italiana, per quanto ci teniamo ad assicurarvi che si sta cercando con grande passione e volontà di superare al più presto tali difficoltà. Con questo auspicio che ci accomuna, vi salutiamo sperando di aver reso un po' più chiara la situazione riguardo un titolo sul quale le domande e le richieste non sono mai abbastanza. Appuntamento a venerdì con la prossima Planet Manga News!