Lo scontro di C-17 nel manga di Dragon Ball Super si è concluso in maniera diversa!

Lo scontro di C-17 nel manga di Dragon Ball Super si è concluso in maniera diversa!
di

Il Torneo del Potere narrato nel manga di Dragon Ball Super si sta avvicinando anche piuttosto in fretta al proprio climax, mostrando ai fan una serie di eventi assai diversi da quelli proposti dall’omonimo anime televisivo. Quest’ultima parte, in particolare, ha più volte colto di sorpresa i lettori...

Nei più recenti capitoli del manga di Dragon Ball Super, gli scontri decisivi fra i guerrieri del Settimo Universo e i potenti Pride Trooper dell’Undicesimo Universo ci hanno mostrato qualche sacrificio, rimuovendo dall’equazione qualche personaggio impensabile!

Pubblicato solo qualche giorno fa, l’ultimo capitolo di Dragon Ball Super si è aperto con un Goku esausto, che di recente era entrato per pochi istanti nella modalità dell’Ultra Istinto incompleto. A ragion veduta, Jiren e gli altri Pride Trooper hanno dato inizio ad un pressante contrattacco atto a piegare ed eliminare gli ultimi combattenti rimasti al Settimo Universo.

Questa pericolosa offensiva ha costretto Vegeta ad evolversi ancora e a ottenere un nuovo power-up (che potrebbe comunque essere il Super Saiyan God Super Saiyan Shinka già visto anche nell’anime di Dragon Ball Super), mentre Freezer e C-17 hanno dovuto fare i conti con Toppo e Dyspo.

La situazione per i suddetti compagni di Goku si è fatta particolarmente critica quando lo stesso Jiren si è intromesso nello scontro, dimostrando subito il motivo per cui venga considerato il più potente partecipante dell’intero Torneo del Potere. L’asso nella manica dell’Undicesimo Universo, infatti, ha subito surclassato il nuovo potere di Vegeta, per poi abbattersi su C-17 e Freezer, che rischiavano di essere eliminati dalla competizione.

Dopo aver realizzato di non poter in alcun modo fermare Jiren, C-17 ha fatto sì che Freezer si facesse da parte e si è lanciato in un attacco suicida: affidando la propria famiglia alla sorella C-18, il cyborg ha raggiunto Jiren e si è lasciato esplodere, nel disperato tentativo di portare con sé l’avversario. Il gesto eroico del guerriero è stato però del tutto vano, in quanto il Pride Trooper è comunque riuscito a sopravvivere al suo attacco, mentre gran parte dell’arena è andata in frantumi.

Come i fan ricorderanno, un episodio simile era già avvenuto anche nell’anime di Dragon Ball Super, dove C-17 si autodistrusse per fermare un attacco del rivale; in quel caso, tuttavia, il cyborg riuscì miracolosamente a evitare la propria fine, per poi prender parte allo scontro finale e portare a casa la vittoria. È mai possibile che nel manga, invece, C-17 sia esploso per davvero?

Fateci conoscere le vostre opinioni sulle sorti del coraggioso cyborg attraverso il riquadro destinato ai commenti!

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4

In attesa della nuova serie, rivivi le emozioni di Dragon Ball Super con il cofanetto Blu-Ray e DVD contenente i primi dodici episodi con libretto a colori e contenuti extra.