Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul cambia classificazione, vietato ai minori di 15 anni

Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul cambia classificazione, vietato ai minori di 15 anni
di

Made in Abyss ha uno stile di character design definibile come chibi, e le prime presentazioni dell'opera di Akihito Tsukushi non lasciano di certo pensare a una storia orripilante. Bambini come protagonisti, un'ambientazione fantasy tutto sommato tranquilla e visivamente accattivante a primo impatto, ma poi arriva il terrore dell'Abisso.

L'anime e il manga hanno introdotto diversi elementi man mano che andava avanti che non era di certo pensabile all'inizio della storia. Chi ha visto l'anime di Made in Abyss, ricorderà la brutalità e la sensazione che hanno dato certe scene in uno degli ultimi livelli presentati nel corso dei 12 episodi.

Per questo Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul non poteva essere di certo da meno, anzi. Man mano che si scende nell'Abisso questa violenza non può far altro che aumentare e pertanto non è più possibile destinare il prodotto a un pubblico adulto. Il sito ufficiale di Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul ha confermato che il lungometraggio non sarà più classificato come PG12, ovvero con genitori o tutori che devono accompagnare i bambini sotto i 12 anni.

La nuova classificazione per Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul è R15+, ovvero assolutamente vietata ai minori di 15 anni. Ciò ha proibito quindi ai ragazzi che hanno un'età inferiore a non poter vedere i cortometraggi "Le giornate di Marulk" che saranno trasmessi prima del film e inoltre la produzione offrirà dei rimborsi a chiunque abbia già acquistato i biglietti ma che con le nuove regole non può andare a vedere la pellicola al cinema.

Made in Abyss: Dawn of the Deep Soul sarà proiettato nei cinema giapponesi a partire dal 17 gennaio e proseguirà la storia vista nell'anime.

Quanto è interessante?
4