Maid Dragon pesantemente censurato in Cina: ecco alcune delle modifiche

Maid Dragon pesantemente censurato in Cina: ecco alcune delle modifiche
di

Il fenomeno della censura negli anime è una questione estremamente delicata e che ha già scatenato polemiche in ogni parte del globo, dalla Corea al nostro Paese. Piuttosto marcata, invece, riguarda il fenomeno in questione in Cina dove i servizi streaming sono costretti ad apportare pesanti modifiche alle produzioni.

Lo scorso giugno è tornato sul piccolo schermo in Giappone l'anime di Maid Dragon con una seconda stagione, serie che ha riscosso un notevole successo in patria e non solo. Recentemente il popolare sequel è approdato anche in Cina grazie alla piattaforma streaming bilibili che ha tuttavia distribuito una versione pesantemente rimaneggiata e che ha innescato l'ennesima polemica in rete.

Grazie ai ragazzi de L'Anima dell'Animazione, che hanno rintracciato alcune delle modifiche apportate a Maid Dragon S, è possibile dare un'occhiata alla censura inserite dal portale cinese. Oltre ad una qualità più o meno di discutibile, il distributore ha quasi completamente modificato l'aspetto dei personaggi femminili riducendone la prosperità delle curve. Nei casi dove ha potuto il team si è limitato a ridurre così le dimensioni del seno dei personaggi femminili, in altri ha optato per oscurare le immagini attraverso l'utilizzo di cubi nelle zone sensibili. Ciò ha ovviamente scatenato la community e la questione è già diventata virale in rete.

Ad ogni modo, potete dare un'occhiata ad un confronto tra le immagini censurate e quelle originali in calce alla notizia. E voi, invece, cosa ne pensate di queste modifiche? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
0