di

Da diverso tempo i mangaka sono diventati particolarmente attenti a non mostrarsi al lavoro o nella vita privata se non in rarissime occasioni. Ci sono però alcuni elementi di spicco della categoria che non hanno problemi nel mostrarsi in volto o addirittura far entrare estranei nei propri studio, come accaduto per l'autore di Made in Abyss.

Akihito Tsukushi ha di recente invitato lo youtuber giapponese Otoreko a casa sua mostrandogli lo studio e lo spazio di lavoro e rilasciando anche un'intervista piuttosto lunga. Il mangaka di Made in Abyss ha non solo mostrato il computer Mac dal quale lavora così come la tavoletta grafica Wacom con la quale disegna, ma ha anche mostrato pubblicamente i modelli che utilizza come riferimento per i personaggi del suo manga.

Nei vari video dedicati all'autore di Made in Abyss e al suo studio che potete vedere in alto e in basso nella notizia viene mostrato il piccolo studio e un gran numero di cuscini e pupazzi molti dei quali a tema Made in Abyss. L'autore ha ammesso di collezionare anche spazzolini e zaini per poter ritrarre accuratamente la vita di una giovane ragazza.

Nell'intervista, Tsukushi si sofferma anche sulla sua carriera di mangaka e sulle numerose ispirazioni. Prima di diventare un mangaka, lavorava come game designer e illustratore, ma fu colpito da La Vetta degli Dei di Jiro Taniguchi e Il viaggio di Shuna di Hayao Miyazaki. Anche Masakazu Ishiguro ha avuto un ruolo, in particolare per quanto riguarda la disposizione delle vignette.

Altri dettagli sono stati rivelati anche dall'intervista rilasciata al Comicon a Everyeye. Mentre il manga prosegue, l'anime è da poco tornato con il film Made In Abyss: Dawn of the deep Soul, proiettato in Giappone a gennaio 2020.

Quanto è interessante?
1