Monkey Punch: 5 curiosità sul creatore di Lupin III

Monkey Punch: 5 curiosità sul creatore di Lupin III
di

Poco più di un anno fa ci lasciò Monkey Punch, storico mangaka che per lungo tempo ha visto il proprio nome legato a quello di Lupin III. Il manga del ladro gentiluomo fu quello che lanciò la sua carriera e che gettò le basi per un nome di successo. Infatti il franchise sforna ancora nuovi film e serie, con l'ultimo dato da Lupin III The First.

Come si può desumere, Monkey Punch è uno pseudonimo di Kazuhiko Kato. In pochi sanno però che in realtà l'autore durante la sua carriera di mangaka ha utilizzato anche un altro pseudonimo: Kazuhiko Kato. No, non è un errore, perché la differenza la si può avvertire soltanto in giapponese: durante alcune delle sue serializzazioni, in particolare per le prime, l'autore utilizzò dei kanji diversi da quelli del proprio nome ma che avessero la stessa lettura. Tuttavia abbandonò questo pseudonimo dopo poco tempo quando si firmò come Eiji Gamuta prima e come Monkey Punch poi, quest'ultimo sotto suggerimento dell'editor che lo scoprì.

Prima di iniziare la sua carriera come mangaka lavorò come radiologo in un laboratorio, all'ospedale l'ospedale Kushiro Red Cross Hospital. In quel periodo disegnava soltanto per hobby, nonostante alle superiori avesse avuto anche la possibilità di pubblicare le proprie strisce manga nel quotidiano scolastico.

Lupin III è il suo manga più famoso e uno degli episodi dell'anime con cui Monkey Punch collaborava fu ambientato ad Hamanaka, cittadina posta nell'estremità orientale della prefettura di Hokkaido. La città in questione è proprio la città natale del mangaka. L'episodio in questione è il 108 della serie Le nuove avventure di Lupin III.

Pur essendo il manga del ladro il suo più famoso, in realtà Monkey Punch ha scritto tantissimi titoli diversi per varie riviste. La sua produzione è parecchio estesa e in particolare si concentra su opere brevi pubblicate tra l'inizio degli anni '60 e metà degli anni '80.

La popolarità di Lupin III in Giappone ha portato poi il titolo a diffondersi anche negli altri paesi. Uno di questi è naturalmente l'Italia, dove le storie del ladro sono ancora sulla cresta dell'onda e soggette a trasmissione continua sulle varie reti televisive. Il mangaka però faceva molto spesso visita al nostro paese per collaborare con i Kappa Boys che si stavano occupando delle riedizioni di Lupin III.

Conoscevate queste curiosità su Monkey Punch?

Quanto è interessante?
3