Morte imprevista in Demon Slayer 189, ma un pilastro reagisce

Morte imprevista in Demon Slayer 189, ma un pilastro reagisce
di

Il manga di Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba ha raggiunto un punto di hype tale da scatenare nei fan una voglia esagerata di mettere le mani sui volumi della storia. Non a caso, i tankobon di Demon Slayer sono vittima dei taccheggiatori, specie gli ultimi che stanno narrando quella che sembra la fase finale del manga di Koyoharu Gotouge.

Lo scorso capitolo ha messo al centro Iguro Obanai, pilastro della serpe, e lo stesso viene fatto da Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba capitolo 189. Mentre Nezuko vaga nella notte, i pilastri che stanno ancora combattendo sono stremati e feriti, col veleno di Muzan che sta entrando definitivamente in circolo. I kakushi stanno tentando di tenere lontane le persone dall'epicentro dello scontro e, durante i tentativi di salvataggio, uno di essi salva un piccolo gattino da un cumulo di macerie.

Subito lanciatosi fuori alla prima opportunità, il gatto è l'aiutante di Tamayo che si getta al centro della battaglia. Il dispositivo sul dorso lancia alcune siringhe dirette ai tre pilastri che ricevono il fluido all'interno. Muzan attacca subito dopo il gatto, smembrandolo violentemente, ma i cacciatori di demoni ora sono di nuovo al top della forma.

Di nuovo in gioco, Iguro Obanai si prepara a gettare la sua vita. Riflettendo sul marchio e sulle tecniche più segrete dei cacciatori di demoni, il personaggio di Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba aumenta la propria temperatura corporea e inizia a dare corpo alla sua lama rossa. Riuscirà a resistere fino all'alba?

Quanto è interessante?
1