My Hero Academia 266 conferma la spietatezza di un eroe

My Hero Academia 266 conferma la spietatezza di un eroe
di

Non c'è spazio per i sentimenti in My Hero Academia. La guerra tra eroi e villain deve concludersi senza vittime tra i civili e senza il rischio di una dittatura di terrore, e un certo personaggio l'ha capito bene. Il capitolo 266 non manca di confermare ancora una volta il suo punto di vista.

Sin dalla sua introduzione, Hawks non ha affatto nascosto ai lettori di essere disposto a sporcarsi le mani. Il giovane eroe ventiduenne ha infatti scelto di venire a patti con i villain, di tradire un collega come Best Jeanist e anche di non farsi scrupoli quando si tratta di uccidere qualcuno. Il capitolo 266 di My Hero Academia porta al culmine tutto questo percorso.

Dopo aver tentato di convincere Jin Bubaigawara invano e dopo aver evitato un attacco mortale di Dabi, Hawks si trova costretto a fare quello che aveva anticipato nel capitolo precedente di My Hero Academia. Quando due forti volontà collidono e nessuna è disposta a cedere, non c'è altro da fare che uccidersi.

Twice è tropppo pericoloso per essere lasciato con i villain e, nonostante il tempo donatogli da Dabi, non riesce a fuggire indenne da Hawks. L'eroe alato lo giustizia con la sua spada di piume, e la conferma arriva anche da un clone di Bubaigawara che rivela a Toga di essere morto.

Come cambierà dopo tutto questo il mondo di My Hero Academia? Il manga tornerà su Weekly Shonen Jump numero 19 previsto per lunedì in Giappone, mentre su MangaPlus arriverà domenica alle ore 18:00 in spagnolo e in inglese.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
2