My Hero Academia 3: l'episodio 12 ha fatto chiarezza sul destino di due eroi

di

Negli ultimi episodi di My Hero Academia, nel corso della rocambolesca battaglia durante il Ritiro nei Boschi e nella successiva missione di salvataggio, alcuni eroi professionisti avevano messo in apprensione i fan che stanno seguendo la Stagione 3: in particolare, il destino di Beast Jeanis e Ragdoll sembrava davvero appeso a un filo.

L'eroe professionista numero 4 e l'eroina membro delle Wild Wild Pussycats, alla fine, non versano in stato comatoso né sono deceduti come gli episodi precedenti al dodicesimo avevano lasciato intendere. Ragdoll, in particolare, era stata attaccata dalla squadra di Villain predisposta all'attacco durante il Ritiro nei Boschi. La sua unicità è stata poi rubata da All For One, che l'ha fatta finire in uno stato comatoso. È stata poi salvata dal suo compagno di squadra, Tiger, durante l'operazione di salvataggio nel distretto di Kamino, tuttavia a causa di ciò che le è successo non potrà più essere un eroe professionista.

Best Jeanist ha invece dovuto affrontare direttamente il temibile All For One, quando il boss dell'Unione dei Villain fa la sua comparsa nella fabbrica Nomu di Kamino. In seguito alla sua sconfitta l'avevamo visto, inerme, tra le macerie dell'edificio, ma pare che infine non sia deceduto nel corso dello scontro con il nemico.

A confermarlo nell'ultimo episodio di My Hero Academia Stagione 3 è uno scatto che ritrae i due eroi, con annesse didascalie che ne spiegano l'attuale status quo: Ragdoll risulta, appunto, priva di poteri, mentre Jeanist dovrà attraversare un profondo periodo di riabilitazione prima di tornare al proprio lavoro.

Siete sollevati per il fatto che i due personaggio sono infine sopravvissuti?

Quanto è interessante?
2

Scopri le ultime novità di Cartoni e Anime disponibili in BluRay e DVD in offerta su Amazon.it.

My Hero Academia 3: l'episodio 12 ha fatto chiarezza sul destino di due eroi