My Hero Academia 326: l'ultimo pilastro della società degli eroi

My Hero Academia 326: l'ultimo pilastro della società degli eroi
di

I Villain sono riusciti nel loro intento, la Hero Society di My Hero Academia è andata in frantumi. Difatti, la popolazione non crede più nella figura dell’eroe professionista e la speranza è ormai perduta. A mantenerla ancora in vita, però, vi è un ultimo pilastro.

Il capitolo 326 di My Hero Academia abbandona momentaneamente Deku e la Classe 1-A per rivolgere la sua attenzione ad All Might, il quale sembra ormai essere a un passo dal baratro. Toshinori Yagi non ha perduto solamente la sua Muscle Form e il suo status di Simbolo della Pace, ma anche la fiducia del suo allievo prediletto, il quale ha deciso di farsi carico della situazione escludendolo completamente.

Passeggiando per Kamino, il luogo dove la sua fine ebbe inizio, Toshinori viene avvicinato dall’Hero Killer Stain, che lo seguiva già da tempo. Facendo finta di non riconoscerlo, l’ex antagonista sprona All Might, dando nuova legna da ardere alla sua piccola fiammella. Ma non sono solo le parole di Stain a incoraggiare colui che un tempo era l’eroe Numero Uno.

Nascosti, Toshinori e Stain assistono a una scena a dir poco commovente: una donna si avvicina alla statua di All Might per rimuovere un cartello con su scritto “Io non sono qui”. A quanto pare, come rivelato dall’Hero Killer, questa donna non è altri che l’ultima persona a essere stata salvata da All Might, colei che venne estratta dalle macerie durante lo scontro con All For One. Ogni giorno, questa ragazza si avvicina alla statua per custodirla nel miglior modo possibile. Il solo ricordo di All Might mantiene ancora in piedi la speranza della popolazione; quella statua simboleggia l’ultimo pilastro della società degli eroi.

Vi lasciamo agli spoiler di My Hero Academia 327 e al lato nascosto di un ex antagonista di My Hero Academia.

Quanto è interessante?
1