My Hero Academia 338, la sentenza della società: cosa succederà al traditore?

My Hero Academia 338, la sentenza della società: cosa succederà al traditore?
di

In quello che può essere considerato come un capitolo di transizione tra un mini arco e l’altro, spiccano dei dettagli di fondamentale rilievo. In My Hero Academia 338, Yuga Aoyama, il traditore della Classe 1-A, viene perdonato dai suoi compagni. Il giudizio della società degli eroi potrebbe però non essere altrettanto caritatevole.

Quando Deku tende la mano all’infiltrato del Liceo Yuei, il detective Tsukauchi interrompe immediatamente la conversazione tra i due. Come si verificò a Lady Nagant e altri, in Aoyama potrebbe essere stato impiantato un chip esplosivo che lo porterebbe ad autodistruggersi al verificarsi di tali condizione. Al fine di evitare ciò, al subordinato di All For One viene coperta la bocca, e in seguito persino le orecchie.

Mentre tutti i suoi compagni di classe lo hanno già perdonato e sono pronti a riaccoglierlo a braccia aperte nel gruppo, per il resto della società, Aoyama è un traditore. Lo stesso professore Present Mic è stupito per l’atteggiamento propositivo della Classe 1-A nei confronti di chi ha complottato alle loro spalle.

Tsukauchi pare inamovibile. Aoyama costituisce un pericolo, e non può restare all’interno delle mura dello U.A. Highschool. Inoltre, il ragazzo, assieme al resto della sua famiglia, deve essere sottoposto a un interrogatorio, dove dovrà rispondere a gravi accuse.

Sul destino di Aoyama grava una pesantissima sentenza, che però potrebbe essere alleggerita dai suoi amici, i quali lo ritengono fondamentale per la lotta contro All For One. Sarà infatti lui la chiave per scovare il losco Simbolo della Paura.

Vi lasciamo agli spoiler di My Hero Academia 339 e al piano degli Heroes elaborato da Deku e Eraserhead in My Hero Academia 338.

Quanto è interessante?
1