My Hero Academia 364: una flebile speranza riaccende i cuori

My Hero Academia 364: una flebile speranza riaccende i cuori
di

In My Hero Academia 363 gli Heroes sembrano ormai essere caduti. Il decesso di quel giovane eroe, e la rinascita di un villain che si pensava sconfitto portano all’ascesa dei villain, vicinissimi alla vittoria della battaglia dell’Atto Finale dell’opera. Nel nuovo capitolo si riaccende però una luce.

Il capitolo 364 di My Hero Academia si apre con un flashback che porta i lettori nel laboratorio segreto del dottor Garaki. Fu lui ad affidare il proiettile contenente il Quirk di Eri ad All For One, che come vediamo nel presente è stato da lui utilizzato.

Ringiovanito tutto d’un tratto e tornato al suo prime, il Simbolo della Paura comincia a fare incetta di Quirk. La sua ultima carta potrebbe però rivelarsi un’arma a doppio taglio. Come lui stesso afferma, a causa di questo rewind presto scomparirà e morirà per sempre. Nulla di cui preoccuparsi per un genio del male come lui: il suo sogno è già passato in Tomura Shigaraki.

Dopo un monologo del villain, la scena si sposta negli Stati Uniti d’America, dove rivediamo l’ammiraglio Timothy Agpar. Gli USA sono pronti ad arrendersi a Shigaraki e solamente le parole di Agpar, che stringe tra le mani una foto della sua defunta amica Star and Stripe, a riaccendere la voglia di combattere.

Lo stesso accade in Giappone, dove Edgeshot si avvicina all’amico Best Jeanist e all’ormai scomparso Bakugo. In quanto eroe numero 4 della classifica, il ninja hero decide che un giovane ragazzo come Kacchan non merita di morire in questa battaglia. Sfruttando il suo Quirk e salutando il suo amico Hakamada, entra nel corpo di Dynamight e diviene il suo nuovo cuore. Come abbiamo visto già negli spoiler di My Hero Academia 364, questa scelta del maestro Horikoshi è destinata a far discutere per lungo tempo.

Quanto è interessante?
1