My Hero Academia, Bakugo: la dura e cruda realtà dei fatti

My Hero Academia, Bakugo: la dura e cruda realtà dei fatti
di

L'arco finale di My Hero Academia sta mettendo un giovane eroe con le spalle al muro. Si tratta di Katsuki Bakugo, impegnato in un combattimento mortale con l'arcinemico Tomura Shigaraki, ora sotto il controllo di All For One.

Dall'inizio della sua avventura, Katsuki Bakugo ha fatto un salto di qualità non indifferente, non solo dal punto di vista del suo potenziale combattivo. Kacchan è ora capace di sfruttare il suo grande intelletto in battaglia, di analizzare le situazioni come faceva l'odiato Deku e di sfruttare le situazioni a suo vantaggio, anche facendo ricorso all'aiuto dei suoi compagni. Tuttavia, Shigaraki è ancora totalmente fuori portata in uno scontro faccia a faccia.

In My Hero Academia 360 Bakugo versa sangue e lacrime, ma ciò non basta per fermare il suo nemico. Shigaraki ha resistito come se nulla fosse all'attacco più potente di Dynamight e dopo avergli inferto gravi ferite, come se non bastasse infierisce anche dal punto di vista mentale.

Shigaraki sbatte in faccia la cruda realtà a Bakugo, che sognava di raggiungere un giorno i trionfi del suo amato All Might. Non importa quanto Dynamight diventi forte, egli sarà sempre secondo al One For All di Deku. Il ragazzo viene infine salvato, e in My Hero Academia 361 la palla passa ai Big Three. Tuttavia, per lui è tempo di riflessioni.

Bakugo possiede il Quirk migliore tra i componenti della Classe 1-A, ma il One For All è un potere fuori scala rispetto a tutte le altre Unicità. Con le dure parole di Shigaraki, Kacchan comprende che qualsiasi cosa farà, per quanto duramente si impegni, resterà sempre alle spalle di Deku, come Endeavor rimase alle spalle di All Might. Ma davvero si rassegnerà a queste parole e a questo destino?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2