My Hero Academia: Deku ha avuto fortuna nel non avere un quirk

My Hero Academia: Deku ha avuto fortuna nel non avere un quirk
di

I senza quirk sono sempre più rari nella società, ma esistono. Izuku Midoriya è, o meglio era, uno di quelli. La diagnosi sull'assenza di poteri arrivò già nelle prime pagine di My Hero Academia, quando un dottore disse al bambino che non c'erano speranze. Ad anni di distanza, con gli ultimi eventi, tutto assume un nuovo significato.

Il capitolo 259 di My Hero Academia ha suscitato polemiche ma anche approfondito meglio la figura del misterioso dottor Ujiko. Il suo vero nome è Shiga Maruta, un dottore senza quirk ma capace di creare diversi processi sperimentali basati sui poteri che proliferano nella società. Una delle teorie ricorrenti di My Hero Academia è che sia stato lui a diagnosticare l'assenza di quirk in Deku ma anche che, grazie al suo lavoro da filantropo e il suo continuo contatto con i bambini, abbia sfruttato essi per creare i nomu.

Ciò vorrebbe dire che Midoriya è stato fortunato nel non avere un quirk. Non solo perché non avrebbe probabilmente sviluppato allo stesso modo il suo carattere e perché avrebbe diminuito le possibilità di ricevere il quirk da All Might, ma anche per un possibile rapimento in giovane età da parte del dottor Ujiko. Se il protagonista di My Hero Academia avesse avuto un quirk potente avrebbe infatti attirato le attenzioni di All for One, alleato del dottore, e sarebbe stato piuttosto facile rapirlo per fare esperimenti su di lui.

Midoriya in ogni caso continuerà a svolgere il ruolo di eroe grazie al One for All, quirk che si svilupperà ancora di più in futuro.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
2