My Hero Academia: un evento piuttosto confuso ottiene un chiarimento ufficiale dall'autore

My Hero Academia: un evento piuttosto confuso ottiene un chiarimento ufficiale dall'autore
di

Se la serializzazione settimanale sul servizio digitale MangaPlus e sulla rivista cartacea Weekly Shonen Jump perme ai lettori di restare sempre in compagnia dei propri eroi preferiti, le uscite del manga permettono invece di scoprire segreti e dettagli passati inosservati. Ecco uno degli extra di My Hero Academia Volume 33.

In Giappone, ha di recente fatto il suo debutto ufficiale il trentatreesimo tankobon della serie manga di Kohei Horikoshi, che ricopre i capitoli che vanno dal 319 al 328. Ancora lontani dall'ultimo appuntamento rilasciato su MangaPlus e Shonen Jump, quest'uscita ci permette di fare chiarezza sugli eventi e riscoprire alcuni dettagli lasciati indietro.

Il Volume 33 di My Hero Academia ricopre la porzione della serie dedicata allo scontro tra Dark Deku e i compagni della Classe 1-A, nonché il successivo ritorno di Midoriya tra le mura del Liceo Yuei. Finalmente, un avvenimento poco chiaro è stato ora spiegato ufficialmente. E non solo, anche la back cover di My Hero Academia Vol. 33 ci suggerisce qualcosa sulla trama.

In una delle pagine extra del manga, il sensei Horikoshi ha spiegato ai lettori il motivo per cui Present Mic, cercando di preservare Deku dall'attacco dei rifugiati, ha usato un megafono piuttosto che la sua stessa voce.

Il Quirk del professore gli permette di amplificare la sua voce a livelli esponenziali, e perciò non avrebbe alcun bisogno di alcuno strumento extra. Considerando però la situazione in cui si trovava, ha preferito utilizzare il megafono per evitare di creare disagio tra i rifugiati e spaventare i civili. Quello che sembrava un errore dell'autore, è dunque una scelta ragionata da parte sua.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1