My Hero Academia: oggi, 4 anni fa, All Might ci insegnava che chiunque può essere un eroe

My Hero Academia: oggi, 4 anni fa, All Might ci insegnava che chiunque può essere un eroe
di

Da quando My Hero Academia ha fatto il suo debutto ufficiale sul piccolo schermo, le cose per il manga di Kohei Horikoshi sono cambiate. La fama è cresciuta sempre più, i personaggi che ha realizzato con sudore e gioia sono diventati un simbolo per moltissimi ragazzi in tutti il mondo e le vicende un appuntamento fisso.

Una settimana fa usciva l'ultima puntata della quarta stagione di My Hero Academia e mentre giungono già notizie sulla quinta stagione prevista per il 2021, non dobbiamo scordarci da dove tutto questo ha avuto inizio. Dall'epico ed emozionante My Hero Academia 1, uscito quattro anni fa e composto da 13 episodi contro i 24 di quest'ultima stagione. Le cose ovviamente sono cambiate, la serie gode di una fama che all'epoca non aveva e per tanto anche le piccole cose, come il numero degli episodi, ne sono state influenzate.

Negli anni l'opera magna ideata dal mastro Horikoshi, sulla falsariga dei fumetti supereroistici americani, ci ha insegnato tantissimo. Ci ha insegnato il significato di coraggio, il significato di altruismo, di amicizia, di amore. Ci ha insegnato che anche dalle sfortune della vita può nascere qualcosa di buono, che i momenti bui possono essere superati con la costanza, la determinazione e la positività. My Hero Academia ci ha insegnato tantissime cose, ma prima di tutto ci ha insegnato ad essere eroi.

Proprio oggi, quattro anni fa, andava in onda la puntata in cui All Might, Simbolo della Pace e più grande eroe che il mondo abbia mai avuto, insegnava a me, a te, a noi e a voi che chiunque può diventare un eroe, che chiunque può essere un eroe. E che non c'è bisogno di avere i poteri dei manga o dei fumetti per essere persone migliori, ma che conta ciò che abbiamo nel cuore, conta la natura del nostro cuore.

Ebbene, oggi scriviamo quest'articolo proprio per ricordare l'emozione di quel momento. In cui Izuku veniva scelto dal più grande Pro Hero della storia come suo successo. Il momento in cui un ragazzino comune, senza poteri, con un corpo piccolo e mingherlino, proveniente da una famiglia ordinaria, riceveva il più grande dei poteri e la più pesante delle responsabilità: quella del mondo.

Noi ricordiamo quella scena come se fosse ieri e tu? In ogni caso guarda il video riportato in calce all'articolo per rinfrescarti la memoria o semplicemente per rivivere l'emozione di quel giorno.

Quanto è interessante?
5