My Hero Academia: riemergono chiarimenti sulle curve delle ragazze

My Hero Academia: riemergono chiarimenti sulle curve delle ragazze
di

Negli ultimi giorni un fan di My Hero Academia ha creato un po' di clamore in rete in merito a una questione legata alle sinuose curve dei corpi femminili nell'opera di Kohei Horikoshi. Successivamente sono riemersi dei chiarimenti che vogliamo riproporvi di seguito.

Ricorderete tutti, dunque i tweet che polemizzavano contro il fatto che l'anime di Studio BONES abbia ridotto le forme abbondanti delle protagoniste di My Hero Academia rispetto ai disegni del mangaka originale.

Nei commenti sottostanti, infatti, una fan ha evidenziato alcuni dettagli emersi in una vecchia intervista incrociata che Weekly Shonen Jump dedicò sia a Kohei Horikoshi (autore del manga) che a Yoshihiko Umakoshi, animatore e character designer della serie televisiva (che tornerà con la Stagione 4 a ottobre).

In sostanza, nell'intervista in questione, viene sottolineato come sia naturale trasporre in versione animata un character design in formato più snello, affinché i disegni riescano ad adattarsi a sufficienza alle animazioni - nonostante lo stesso Horikoshi abbia ammesso che le sue ragazze tendono ad essere un po' curvy.

Disse Kohei Horikoshi: "Le braccia, le gambe e l'area del busto delle ragazze che disegno tendono spesso ad essere le parti del corpo un po' più cicciottelle. So che può risultare sconveniente, soprattutto nel caso di personaggi come Uraraka Ochaco, ma mi piace realizzare ragazze ben piazzate, a costo di rendere un po' in carne".

Disse, invece, Umakoshi: "Per me è solo un punto a favore del fascino di certi personaggi. Suppongo che si tratti di un appeal che rendono queste eroine piuttosto uniche al giorno d'oggi. Intendevo trasporre queste fattezze anche nell'anime, ma le ragazze hanno finito col diventare più magre".

Cosa ne pensate di questi appunti

Quanto è interessante?
4