My Hero Academia: svelato il luogo in cui si verificano gli esperimenti sui Nomu

My Hero Academia: svelato il luogo in cui si verificano gli esperimenti sui Nomu
di

Al di là delle numerose polemiche scaturite, l'ultimo capitolo di My Hero Academia ha finalmente rivelato il background narrativo della mente malefica che ha spalleggiato prima All For One e ora Shigaraki Tomura, il Dr.Ujiko.

Prima di tutto scopriamo che il "dottore" non è in possesso di un Quirk, ciononostante ha trascorso la sua intera carriera nello studio delle Unicità combinandolo con il suo sapere medico. E' il fondatore del Jaku Hospital - di cui è attualmente il presidente del consiglio di amministrazione - e di numerosi orfanotrofi e case di cura presenti sul territorio nazionale, con i quali ha stretto una collaborazione in favore della propria struttura ospedaliera.

Ujiko gode di grande rispetto da parte della comunità medica, che ovviamente non è al corrente dei suoi misfatti riguardanti la creazione dei Nomu. Fortunatamente, la polizia ha fatto luce sul luogo in cui si verificano i terribili esperimenti, una stanza segreta posta nei sotterranei dell'ospedale a cui il esclusivamente il dottore ha la possibilità di accedere.

Avendo ora un quadro più completo sull'identità di Ujiko, riusciamo a comporre il puzzle che svela il processo produttivo delle sue creature artificiali. Attraverso il canale principale del suo ospedale e quelli delle altre strutture sparse per il Giappone, può attingere a un numero spropositato di soggetti per fare esperimenti, sia strappando i Quirk degli infanti nei loro primi anni di vita - sia procedendo alla trasformazione dei cadaveri in Nomu.

Il capitolo si chiude con l'incontro tra Endeavor e il dottore, preludendo a degli sviluppi carichi di adrenalina nelle prossime uscite del manga. Dopo le recenti contestazioni da parte del fandom, Shueisha ha comunicato che il nome del Dr.Ujiko verrà sostituito nella versione tankobon di My Hero Academia.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1