My Hero Academia: il tredicesimo episodio chiarisce le folli motivazioni di Chisaki

My Hero Academia: il tredicesimo episodio chiarisce le folli motivazioni di Chisaki
di

La puntata più recente di My Hero Academia non solo ha messo in scena la spettacolare battaglia finale tra Deku e Chisaki, ma ha anche provveduto a chiarire le ragioni che hanno spinto il vice capo degli Otto Precetti al perseguimento del suo folle ideale.

All'inizio della quarta stagione abbiamo conosciuto il piano di Overhaul, consistente nella produzione di speciali proiettili in grado di eliminare i Quirk dalla circolazione, così da riportare in auge il prestigio della Yakuza, un'organizzazione ormai adombrata sia dagli eroi ma soprattutto dai criminali dotati di Unicità.

L'ultimo episodio ha contribuito a espandere il contesto narrativo del personaggio, attraverso un flashback che ne ha riportato a galla il passato e le azioni più oscure. Per cominciare, Overhaul era un bambino orfano, successivamente preso in custodia dal leader degli Otto Precetti.

Una volta cresciuto, il capo dell'organizzazione decide di affidargli una bambina con un potere terrificante, Eri, dal momento che le sue capacità hanno molti punti in comune con quelle del ragazzo. Quest'ultimo studia attentamente il Quirk della bambina, capendo che nelle sue profondità si cela l'antidoto per sradicare l'egemonia dei Quirk, una volontà che però non viene appoggiata dal leader, il quale disprezza il suo modus operandi.

Il perentorio rifiuto incassato da Chisaki istiga il ragazzo a incanalare il suo potere per mandare in coma il suo padre adottivo, con la presunta volontà di riportarlo in vita una volta che il suo piano si fosse compiuto.

Che ne pensate di questa backstory? Vi ha convinto o speravate in qualcosa di più? Ditecelo qui sotto.

Dopo l'ultimo scontro, Deku è realmente diventato più forte? L'eroina Nejire Ado di My Hero Academia si è mostrata in un eccellente cosplay.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1